Manomettere

Pubblicata il 13 Aprile 2011 - URL breve

ma-no-mét-te-re

SignModificare, danneggiare, guastare; liberare

dal latino: manumittere affrancare, liberare, composto di mittere mandar via manu con la mano.

In epoca romana la "manumissio" era l'atto con cui lo schiavo veniva liberato dal padrone. Questa poteva avvenire in diversi modi - ad esempio per testamento o iscrivendo lo schiavo nelle liste del censimento; alcuni di questi però erano connotati da una fortissima ritualità, e si attuavano con una vera e propria liturgia, dinanzi al pretore. Uno di questi riti prevedeva che il padrone, accompagnato per mano lo schiavo davanti al magistrato, pronunciando formule solenni lo lasciasse e lo allontanasse con un gesto: "vade quo vis" concludeva, "va' dove vuoi".

Perduto il significato originale assieme alla schiavitù, il termine è rimasto con un significato nuovo, costruito stranamente intorno all'assonanza col moderno "mettere". Manomettere significa, in breve, metter mano, e quindi alterare, danneggiare, guastare e via dicendo - sempre però con questa connotazione forte di manualità da chiave inglese.

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Iscriviti adesso!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato