Melenso

Pubblicata il 24 Febbraio 2012 - URL breve

me-lèn-so

SignTardo nel fisico e nella mente

da un antico milenso, di etimologia sconosciuta.

Nell'arsenale di aggettivi che la lingua mette a disposizione per denotare chi una cima proprio non è, il melenso comunica una connotazione bonaria.
Ciò che si qualifica come melenso potrà essere tonto, sciocco, poco vispo, lento e privo di spirito - ma questa è una parola che non racconta disprezzo, anzi è sorridente e fa intravedere quasi un'ingenua bontà di cuore.
Il cameriere melenso è quello che si fa ripetere le ordinazioni tre volte, goffo nei movimenti e sempre incerto sul da farsi, ma che suscita più simpatia degli altri; un'osservazione melensa durante una discussione sarà un'ovvietà, magari anche fuori tempo, ma dolce, genuina; gli innamorati, seduti su una panchina al parco nella primavera che sboccia, si fissano con dipinte in volto due espressioni melense.
Una parola splendida, pulita di ogni aggressività, che rintuzza la lama del giudizio.

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Iscriviti adesso!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato