Il cibo nelle parole dell'America precolombiana

Pubblicato il 10 Novembre 2016 in Collaborazioni

La scoperta delle Americhe ha segnato nel Vecchio Mondo una rivoluzione anche alimentare: quale cucina tradizionale europea potrebbe fare a meno delle novità importate dall'altra parte dell'Atlantico?

Con un nuovo ciclo di parole, curato da Davide Domenici, ci proponiamo di osservare questa rivoluzione una parola alla volta. Scopriremo costumi perduti e storie celate dietro i comuni nomi di alimenti, pratiche culinarie (e perfino stoviglie) sgorgati dalle antiche lingue dell'America precolombiana: il cibo è un compendio culturale senza eguali.

Davide Domenici, antropologo, è ricercatore presso il Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell’Università di Bologna, dove impartisce corsi relativi all’archeologia e all’antropologia delle civiltà indigene d’America. Ha svolto ricerche archeologiche a Teotihuacan (Messico) e tra il 1998 e il 2010 ha diretto il Progetto Archeologico Rio La Venta (Chiapas, Messico); attualmente dirige un progetto di ricerca archeologica a Cahokia (Illinois, Usa). ​Oltre a interessarsi di archeologia americana e di storia del collezionismo italiano di oggetti messicani nella prima età moderna, da anni si dedica allo studio storico-antropologico dell'alimentazione indigena americana, tenendo corsi nell'ambito del Master in Storia e Cultura dell'Alimentazione presso l'Università di Bologna, dove è anche membro del comitato scientifico del Centro di Storia dell'Alimentazione presieduto da Massimo Montanari.

Parole pubblicate

acquisti consigliati

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato