Logo Una parola al giorno

Sfoglia per iniziale: D - pagina 7

Dicevole

di-cé-vo-le

SignConveniente, adatto, che si addice

dal latino tardo decìbilis, derivato di decère 'convenire'.

Curioso: padroneggiamo 'disdicevole' ignari del fatto che nasce come contrario di 'dicevole'. Certo non è una parola di uso comune, anzi appartiene a un registro elevato, addirittura letterario. Però ha dei pregi pragmatici da non sottovalutare: molto agevolmente, anche chi non la conosca, comprende che cosa significa. E il ribaltamento di significato rispetto al più noto 'disdicevole' sa prendere piacevolmente di sorpresa. Quindi è sì una carta rara e ricercata, ma ciò nonostante è...

» Continua a leggere...

Dicotomia

di-co-to-mì-a

SignDivisione di un concetto in due parti contrapposte

dal greco: dicha in due parti temno taglio.

Le persone si dividono in due categorie: quelle che dividono le persone in due categorie e quelle che non lo fanno. Il colpo di sciabola della dicotomia separa nettamente due opposti, senza grigi. Bene e male, amore e odio, fanno parte di una dicotomia etica i primi e sentimentale i secondi. E' necessario prestare grande attenzione alle dicotomie: laddove non siano tracce, suggerimenti approssimati, spianano la strada all'assolutismo.

» Continua a leggere...

Didascalico

di-da-scà-li-co

SignVolto a fare apprendere; pedante

dal greco: didaskalikos, derivato di didaskalia istruzione.

È una parola che nasce con dei significati molto ampi; ma a parte i casi di usi tradizionali specifici - come quando si parla della poesia didascalica di epoca classica - nel senso generale di "volto all'insegnamento" è stata quasi completamente soppiantata da "didattico". Ciò che pesa su questa parola sembra essere il significato comune di "didascalia", cioè di scritto esplicativo di un'immagine: assieme alla classica tendenza moraleggiante delle opere didascaliche, contribuisce a dare al...

» Continua a leggere...

Diegesi

di-e-gè-si

SignRacconto, svolgimento della narrazione

dal greco: diegesis narrazione, composto da dia attraverso e egeomai guidare.

Si tratta di una parola decisamente tecnica: la diegesi è infatti lo svolgimento di un racconto, la storia, alla vista di un occhio che guardi alla struttura di un'opera narrativa - letteraria, teatrale, cinematografica. Si dicono diegetici o intradiegetici tutti quegli elementi che sono interni allo sviluppo della narrazione: sarà intradiegetico il narratore che è anche personaggio, diegetica la musica che viene suonata ad un concerto di cui si racconta, diegetica la riflessione conclusiva...

» Continua a leggere...

Dieta

diè-ta

SignRegola alimentare; assemblea

nel primo significato, dal greco: diaita modo di vivere; nel secondo significato, dal latino: dies giorno.

Nell'antichità della medicina greca la dieta, nel senso di modo di vivere volto alla salute, prevedeva regole che disciplinavano ogni aspetto della vita quotidiana: dall'alimentazione, all'esercizio fisico, al riposo. Non una terapia dimagrante straordinaria, ma un ordine da osservare con diligenza per aver cura costante della propria vita. Invece la concezione attuale è quella del rimedio temporaneo verso l'eccesso dei periodi di festa, oppure quella imposta dai medici a fronte di patologie...

» Continua a leggere...

Dietrologia

die-tro-lo-gì-a

SignAttribuzione di motivazioni occulte a fatti e decisioni della vita pubblica

composto di dietro e logia discorso.

Questa gustosa parola appartiene al linguaggio politico e giornalistico, e fin dalla sua improbabile formazione italo-greca dichiara un intento, se non canzonatorio, ironico e polemico. Per dietrologia si intende l'inclinazione decisa alla ricerca, dietro i fatti della vita pubblica, di cause segrete, diverse da quelle palesi. All'occhio del dietrologo un certo fatto non è che la punta di un iceberg di interessi occulti - certo non documentabili, ma forse intuibili. E se porsi delle domande...

» Continua a leggere...

Difendere

di-fèn-de-re (io di-fèn-do)

SignProteggere, sostenere

del latino defendere 'tener lontano, respingere', composto da de- che indica allontanamento e fendere 'colpire'.

Ci sono pochi problemi con ciò che 'difendere' denota: lo sappiamo tutti. Ma questa parola ci mette davanti ai limiti dei sinonimi. Infatti troviamo facilmente scritto che 'difendere' è sinonimo di 'proteggere', ma sono due azioni radicalmente diverse. Se il proteggere indica l'azione del coprire, del frapporre un ostacolo fra ciò che offende e ciò che si protegge, il difendere descrive il deflettere attivamente i colpi. Posso proteggerti da un'aggressione facendo scudo con il mio corpo, ma...

» Continua a leggere...

Digerire

di-ge-rì-re

dal latino: digerere separare e distribuire, composto di dis separazione gerere portare.

Quando un cibo viene digerito viene scomposto nei suoi elementi più minuti e così ridistribuito e reimpiegato per la vita. Allo stesso modo si digeriscono informazioni trasformandole in conoscenza, si digeriscono i brutti eventi trasformandoli in esperienza.

» Continua a leggere...

Digitale

di-gi-tà-le

SignRelativo alle dita; riferito ad apparecchio, che elabora grandezze in forma numerica; tipo di pianta

dal latino digitus dito; nel significato tecnologico, è transitato attraverso l'inglese digit cifra numerica.

Una parola che sentiamo usare continuamente senza sapere perché. In che senso una macchina fotografica, una firma e cose del genere possono essere digitali? Parrebbe un sinonimo di 'elettronico': però 'digitale', propriamente, significa 'relativo alle dita' - pensiamo alle impronte digitali. Il bandolo della matassa è da cercare nella lingua inglese: 'digit', infatti, ha il significato di 'cifra numerica', mutuato dal dito quale strumento primo con cui si conta. Il 'digital' allora diventa...

» Continua a leggere...

Digiuno

di-giù-no

SignCome aggettivo, che non ha mangiato da un certo tempo, privo, sprovvisto; come sostantivo, astensione dal cibo

l'aggettivo è dal latino ieiunus 'digiuno', ma anche 'sterile, arido'; il sostantivo deriva da 'digiunare', che è dal latino ieiunare.

Curiosità etimologica: stiamo parlando di due parole, un aggettivo (per l'esame del sangue, presentarsi digiuni) e un sostantivo (osservo il digiuno un giorno a settimana); ma mentre l'aggettivo deriva direttamente dall'omologo latino ieiunus, il sostantivo rinasce per derivazione dal verbo 'digiunare', in maniera indipendente rispetto all'omologo sostantivo latino ieiunium. Il concetto di digiuno è basilare: come sostantivo descrive l'astensione dal cibo, come aggettivo denota chi non ha...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato