Sfoglia per iniziale: E

Ebdomadario

03 Febbraio 2015

eb-do-ma-dà-rio

SignPubblicazione settimanale

dal latino tardo hebdomadarius settimanale, da hebdomada settimana, che viene dal greco hebdomàs gruppo di sette.

Questa parola è ormai desueta: vive nel ricordo di chi l'ha vista soppiantata dal più facile "settimanale" - e anche impegnandosi i suoi margini d'uso oggi restano davvero risicati. Insomma, a parte contesti aulici e usi tecnici, è completamente esiliata dalla nostra lingua. Anche se, sotto altre spoglie, ci si è ripresentata. Nel tragico caos seguito all'abominevole attentato, c'è stato poco spazio per riflessioni di questo tipo. Ma nel nome di Charlie Hebdo troviamo proprio...

» Continua a leggere...

Ebete

22 Aprile 2016

è-be-te

SignOttuso; persona ottusa

dal latino hebes, propriamente 'spuntato, smussato', da hebère 'essere smussato'.

Questa parola, non proprio lusinghiera, ci ripropone l'archetipica contrapposizione fra acuto e ottuso - qualità che sono filtrate profondamente nel nostro immaginario descrivendo figuratamente l'intelligente e lo stupido. Così come la mente dell'acuto è tagliente, sottile e penetrante, quella dell'ottuso è spuntata, fiacca e grossolana. Ebete è un sinonimo piuttosto preciso di ottuso, e al nostro arco si rivela una freccia interessante: è ricercata senza essere affettata, e descrive...

» Continua a leggere...

Ecatombe

10 Ottobre 2010

e-ca-tóm-be

SignNell'antica Grecia, sacrificio di cento buoi; per estensione, strage colossale

dal greco: ekaton cento bous buoi.

È una parola potente come solo le antiche parole di religione sanno essere; il sacrificio immane di cento buoi è un'immagine talmente gigantesca, un'offerta - su quale altare? - talmente enorme da esprimere con immediatezza e semplicità la portata di una stupidità sanguinaria, di un sacrificio insensato e sofferto alla divinità sbagliata. Sembra quasi di vederli, quei cento grandi animali che a passo lento e ornati di fiori giungono al tempio. Sembra quasi di sentire l'odore del fumo di...

» Continua a leggere...

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Eccentrico

07 Aprile 2015

ec-cèn-tri-co

SignDecentrato; stravagante

dal latino medievale eccentricus, composto di centrum centro, preceduto da un ex- col significato di 'fuori'.

Eccentrico, propriamente, è un aggettivo che si riferisce a cose che non hanno il medesimo centro di altre. Ad esempio, una circonferenza contenuta in un'altra si dice eccentrica quando, appunto, i loro centri sono diversi. Si tratta di un concetto molto rilevante, che ha importanti risvolti pratici in meccanica - in cui gli 'eccentrici' sono elementi cardinali per la trasformazione, ad esempio, del moto rotatorio in moto rettilineo; ma particolarmente vigoroso e colorito è il suo uso...

» Continua a leggere...

Ecfrasi

28 Settembre 2015

èc-fra-si

SignIn retorica, descrizione verbale di un'opera d'arte, di una persona, di un luogo, di un avvenimento

dal greco èkphrasis da èkphrazo descrivere con eleganza, composto da ek- fuori e phràzo parlare, indicare, descrivere.

L'ecfrasi, in retorica, è la descrizione a parole di una persona, di un luogo, di un oggetto, di un'opera d'arte. E allora, oltre ad essere una parola molto più difficile, che cosa ci comunica in più della semplice 'descrizione'? Facile: l'ecfrasi sfida il suo stesso oggetto. Tenta una comunicazione più espressiva di quanto può essere un'immagine, cerca di trasmettere di più di quanto farebbe un'esperienza in prima persona. Prendiamo i grandi critici d'arte: le loro ecfrasi non sono ...

» Continua a leggere...

Eclatante

19 Luglio 2011

e-cla-tàn-te

SignEvidente; clamoroso

dal francese: éclater scoppiare, risplendere.

Parola di gran moda, specie in ambito giornalistico (e questo già dovrebbe metterci all'erta). L'immagine fondamentale sarebbe quella di uno scoppio vistoso e che sbalordisce: purtroppo il suono della parola è stretto e non particolarmente felice, e comunica ben poco; inoltre, rispetto ai sinonimi, l'immagine trasmessa risulta piuttosto stucchevole, barocca, ottusa e superficiale - nulla può contro la solidità del manifesto, il savoir faire del palese, la forza dell'esplosivo, la contagiosa...

» Continua a leggere...

Eclettico

13 Agosto 2013

e-clèt-ti-co

SignChe combina teorie, interessi e capacità afferenti a campi diversi; che riguarda l'eclettismo, corrente filosofica secondo cui la dottrina personale deve essere ricavata attingendo variamente alle diverse dottrine studiate, sintetizzandole e armonizzandole

dal greco: eklectikos, da eklegein, composto da ek fuori e legein scegliere - quindi trascegliere, cioè scegliere fra più cose.

Questa parola esprime un concetto complesso, ma l'immagine fondamentale che trasmette è immediata, e tutt'altro che contorta: è quella del fiorista che, nel comporre un mazzo floreale, pesca fiori diversi da diversi vasi, li acconcia insieme e crea così qualcosa di nuovo rispetto alla linearità uniforme con cui tiene ordinati i fiori sciolti. Infatti un intellettuale eclettico è quello che prende idee diverse da diverse branche del pensiero mettendole a sistema in un disegno personale, e...

» Continua a leggere...

Ecmnesia

03 Gennaio 2015

ec-mne-sì-a

SignStato psichico alterato in cui si rivivono ricordi come se fossero il presente

composto dal greco ek- fuori e da -mnesis, dal tema di mimnésko ricordo.

Con questa parola si descrive un'alterazione dello stato mentale particolarmente suggestiva e sconvolgente: uno stato allucinatorio in cui la persona rivive momentaneamente un ricordo antico come se fosse il presente. Dietro una descrizione così astratta, molti riconosceranno il brivido di un'esperienza vissuta: bisnonni, nonni o genitori che, affetti da particolari patologie, si ritrovano catapultati in un passato remoto, e che si comportano come se quell'allora fosse l'ora - chiedendo o...

» Continua a leggere...

Eco

19 Giugno 2013

è-co

SignFenomeno acustico per cui un suono, riflesso da un ostacolo, torna ad essere udito nel punto in cui è stato emesso; ripetizione, risonanza, seguito

dal greco: echo, personificata nel mito con una ninfa oreade, Eco.

Il riflesso di un suono che rimbalza contro un ostacolo e torna all'orecchio di chi l'ha emesso è l'eco. Questo suono deve potersi però udire distintamente, altrimenti si parla di riverbero, o di rimbombo. All'interno di una stanza vuota, ad esempio, non c'è eco: se dici una parola ad alta voce si verrà solo a creare un frastuono indistinto. Ma se invece quella parola la gridi verso la parete di una montagna - o al limite, in una stanza davvero gigantesca - il suo suono tornerà indietro in...

» Continua a leggere...

Ecologia

20 Gennaio 2011

e-co-lo-gì-a

SignScienza che studia le relazioni tra gli esseri viventi e l'ambiente in cui vivono; sensibilità per i problemi dell'ambiente

dal greco: oikos casa, abitazione logia discorso.

Non si tratta della scienzetta dell'ultim'ora che tratta argomenti privi di rilevanza con gli occhioni luccicanti, belle speranze e allarmismi demenziali. Gli ecologi non sono eccentrici vestiti di lino e canapa che se ne vanno ad abbracciare le manguste, tuonando contro il riscaldamento globale per schiarirsi la voce. La cura propria dell'ecologia è la cura intenta e meticolosa del luogo in cui si vive, della propria casa, dei delicati equilibri che la regolano - equilibri che non...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato