Sfoglia per iniziale: G

Gabbare

29 Settembre 2014

gab-bà-re (io gàb-bo)

SignBeffare, ingannare qualcuno; prendersi gioco di qualcuno

derivato di gabbo, dal francese antico gab beffa, a sua volta dal nordico antico gabb burla.

Una parola dai connotati peculiari e molto interessanti; infatti unisce i significati della beffa e della frode, definendo un concetto che, se non è meno pesante dell'ingannare, però si colora di burla. Se riesco a gabbare il cliente che si presenta come alto esperto spacciandogli dei porcini dell'Est come porcini dell'Appennino, intendo colorare l'accaduto come una schermaglia in cui sono riuscito a giocarlo; con una pantomima da attore consumato si gabba il vigile che ci ha fermato per...

» Continua a leggere...

Gabinetto

31 Dicembre 2014

ga-bi-nét-to

SignStanza appartata, riservata; consiglio privato del sovrano; governo, insieme dei ministri; bagno

dal francese cabinet, diminutivo di cabine cabina, di etimo incerto.

Quello di gabinetto è un concetto di grande spessore. Nel suo nucleo fondamentale dipinge una stanza di uso privato - e si tratta di un nucleo molto suggestivo, che ha invitato una variegata serie d'usi. A esempio, questa parola può indicare uno studio, tanto personale quanto professionale; può essere la stanza in cui sono custodite attrezzature di ricerca; può essere la biblioteca, o una sala adibita a colloqui riservati. Una felicissima matrice scherzosa ne ha anche fatto il luogo di...

» Continua a leggere...

Gagliardo

05 Gennaio 2012

ga-gliàr-do

SignForte, vivace

dall'antico francese: gaillard, forse da una base gallica gallia forza.

È un forte vivace e ridente, il gagliardo. A meno di tradizioni dialettali è una parola davvero poco usata, ma però insostituibile: come evitare la seriosa brutalità del forte e dei suoi sinonimi? Il gagliardo è un vigore che prescinde da confronti aggressivi, dal'esercizio del potere - è una robustezza, un impeto spensierato; gagliardo il ragazzo, gagliardi i suoi sentimenti, gagliardo il vino, gagliarda la musica. Forse no, forse è un taglio troppo personale, ma credo sia una parola molto...

» Continua a leggere...

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Gaglioffo

25 Giugno 2010

ga-gliòf-fo

SignPezzente, mendicante; vile, balordo.

incerta; forse dall'incrocio fra gagliardo e goffo; forse deformazione di califfo, nel senso di uomo violento; secondo altri dallo spagnolo: gallofa pane dato in elemosina ai pellegrini, a sua volta dal latino: galli offa il boccone del Gallo, cioè in particolare l'elemosina che veniva data ai pellegrini che andavano a Santiago di Compostela.

Parola decisamente ridicolizzante, oggi in uso più per riferirsi a presunti poco-di-buono piuttosto che a mendicanti. Il gaglioffo quindi sarà quel tipaccio a cui non si vuole nemmeno dare la dignità e il fascino del bad guy. Memorabile è l'uso che fa Machiavelli di questa parola nella celebre Lettera a Francesco Vettori - o meglio, di un suo composto. Infatti il colto e raffinato Machiavelli, esiliato da Firenze nella campagna di San Casciano, la sera si "ingaglioffa" giocando alla cricca...

» Continua a leggere...

Galante

28 Maggio 2012

ga-làn-te

SignCavalleresco e cortese verso le donne per scopi amorosi

dall'antico francese: galer divertirsi.

Parola morta e sepolta, non perché bizzarramente desueta in sé - tutti sappiamo che significa e sapremmo usarla - ma perché non c'è mai occasione di usarla. Il che è un vero peccato, perché era una qualità che apriva la porta a dei colori meravigliosi, per le schermaglie amorose. Da romanzo. A parte qualche carabiniere o bibliotecario che ancora salutano le donne col baciamano in un lieve inchino (con grande loro imbarazzo), il galante è uscito senza lasciare traccia, e con esso tutta...

» Continua a leggere...

Galassia

09 Gennaio 2012

ga-làs-sia

SignSistema di stelle e di materia interstellare

dal greco: galaxias (kyklos) (cerchio) latteo, da gala latte.

La nostra vita mesoscopica - sospesa fra le vertiginose infinitesimalità delle particelle subatomiche e le terrificanti infinitezze intersiderali - è perlopiù ignara di questi estremi. Se non che può capitare una notte, forse su qualcuna delle nostre isole più belle e lontane, o sui fianchi di qualcuno dei nostri sperduti monti, fino ai deserti torridi d'oltremare, in cui ci si ritrova all'aperto e si guarda in su. Allora le vibranti luci di tante stelle da soffocare il buio ci sovrastano,...

» Continua a leggere...

Galaverna

28 Gennaio 2016

ga-la-vèr-na

SignDeposito di ghiaccio in aghi o scaglie che può ricoprire ciò che resta esposto a grande freddo e umidità, specie gli alberi

etimo incerto; forse composto da caligo 'nebbia' (da cala, di origine germanica') e dal latino hibernus 'inverno', ma anche 'gelo'.

La galaverna è uno degli spettacoli più affascinanti che riserva l'inverno. Dopo notti molto fredde e umide, magari ovattate da una nebbia spessa, al mattino si può scoprire che gli alberi scheletriti sono stati interamente ricoperti da un deposito di aghi e scaglie di ghiaccio: le goccioline d'acqua sospese nell'aria, per il fenomeno della sopraffusione, possono rimanere liquide anche se la loro temperatura è inferiore allo zero, solidificandosi sulle superfici gelate con cui entrano in...

» Continua a leggere...

Galeotto

12 Maggio 2015

ga-le-òt-to

SignCarcerato; mezzano

nel primo caso, da galea nave da guerra bizantina; nel secondo dal nome di Galeotto, in francese Galehault, personaggio del ciclo bretone.

Nello stesso corpo confluiscono due parole, con significati molto diversi. Il lavoro di rematore sulle navi era decisamente ingrato: proprio per questo era consuetudine attribuirlo come pena ai condannati. Da questa usanza - dato che un tipo di nave particolarmente diffuso era la galea - nasce il significato di 'galera' quale carcere, e quello di 'galeotto' quale carcerato. Si tratta di un termine spregiativo, sottilmente derisorio, con cui oggi si possono indicare i detenuti (anche ex), e...

» Continua a leggere...

Galera

23 Marzo 2011

ga-lè-ra

SignCarcere, prigione; tipo di nave

da galea nave da guerra bizantina, a sua volta dal greco galee donnola - con riferimento all'agilità dell'imbarcazione.

Il vantaggio della galea era tutto nella rapidità e nell'agilità dei movimenti, che permettevano un cabotaggio veloce e versatilità in battaglia, indipendenti dal vento grazie ad innumerevoli file di remi. Remi mossi da innumerevoli rematori. Il più delle volte questi rematori erano o degli schiavi o dei condannati che scontavano la loro pena nelle infernali viscere della nave, vogando faticosamente ignudi e malnutriti: da qui viene il significato attuale di galera. Unica, saggissima...

» Continua a leggere...

Galleggiare

28 Luglio 2016

gal-leg-già-re (io gal-lég-gio)

SignMantenersi alla superficie di un fluido

derivato di galla, uguale in latino.

Di rado ci si pongono domande sui termini più consueti e innocui della lingua. Li usiamo senza problemi e tanto basta. Ma il più delle volte i termini di questo genere celano dei riferimenti materiali capaci di dare corpo alla parola, di suscitare quella meraviglia che scaturisce dalla poesia della genesi dei concetti. Galleggiare, come sappiamo, significa mantenersi alla superficie di un fluido, solo parzialmente immersi, forti di quel principio per cui in un fluido si riceve una spinta...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato