Logo Una parola al giorno

Sfoglia per iniziale: S - pagina 8

Scandagliare

scan-da-glià-re (io scan-dà-glio)

SignMisurare la profondità dell'acqua con uno scandaglio; indagare, sondare

da scandaglio, a sua volta dal latino scàndere 'salire'.

Si legge che il verbo "scandagliare" deriva dal latino "scandere", cioè salire. Ma che diamine c'entra? È presto detto. Il salire, lo scalare, sono fortemente legati a concetti di misurazione (pensiamo alla parola "scala"). Così da "scandere" è gemmata una forma parlata intermedia (si ipotizza uno scandaculum) che, significando proprio una scala, una sonda, ha portato al moderno scandaglio - e quindi allo scandagliare. Infatti lo scandaglio non è altro che una fune con su segnati dei gradi...

» Continua a leggere...

Scanzonato

scan-zo-nà-to

SignIronico e leggero

da canzonare prendere in giro (facendo canzoni).

È una parola fine, leggera: lo scanzonato è quell'ironico sereno, distaccato, primaverile e creativo - come il ragazzetto che con la chitarra si burla delle autorità, pulito, senza astio, senza rabbia. Durante la discussione sarà scanzonato il modo di parlare del più sicuro di sé, che la butta sempre sul ridere e che non si sente mai minacciato - prendendo poco sul serio anche sé stesso; sarà scanzonato il grande accademico che sa come far passare i valori della sua conoscenza, ridente,...

» Continua a leggere...

Scappare

scap-pà-re

SignSottrarsi con la fuga a un danno, un pericolo, una costrizione; recarsi in fretta in un luogo, recarvisi per poco tempo; sfuggire

dall'ipotetica voce del latino parlato excappare, composto parasintetico di cappa 'cappa, cappuccio'.

Questa parola, con la sua mole di usi frequentatissimi, scaturisce da un'immagine precisa e del tutto inattesa, l'immagine di un gesto che appartiene a un tempo andato - pur avendo qualcosa di molto familiare. Lo scappare, lo sappiamo, è essenzialmente un fuggire: un fuggire che permette di scampare un pericolo, un danno imminente, una costrizione. Eppure l'etimo ci parla di cappe, cioè mantelli con cappuccio. Che c'entra la cappa con chi scappa? Be', la risposta è semplice. Davanti al...

» Continua a leggere...

Scarabocchio

sca-ra-bòc-chio

SignMacchia d'inchiostro fatta scrivendo; scrittura illeggibile, disegno malfatto

etimo incerto. Probabilmente da scarabotto, che è dal francese escarbot 'scarabeo'.

Lo scarabocchio tracciato con le nostre penne a sfera è diverso da quello che lasciavano le penne intinte nel calamaio - tanto che la ragione del collegamento etimologico con lo scarabeo lascia un momento perplessi. Era infatti molto più facile che una quantità eccessiva d'inchiostro chiazzasse il foglio; e se pensiamo a una macchia nera che si allarga su una superficie ecco che subito ci compare davanti agli occhi la silhouette dello scarabeo, con un bel corpaccione e le zampe che si...

» Continua a leggere...

Scaramanzia

sca-ra-man-zì-a

SignScongiuro, gesto, detto o oggetto usato per allontanare la malasorte o propiziarsi la fortuna

forse alterazione di chiromanzia, che è dal greco cheiromanteìa lettura della mano, composto da cheir mano e manteia divinazione.

Per scaramanzia si intende l'atto a cui la superstizione attribuisce il magico potere di favorire la buona sorte e di scacciare quella cattiva. Può consistere in un'azione o in un detto, come anche nel non fare o nel non dire qualcosa, in un atteggiamento o perfino in un oggetto. La scaramanzia si intreccia con la tradizione: quanti di noi si sono sentiti ingiuriare quando hanno detto "buona fortuna" invece di "in bocca al lupo"? E chi, giocando a carte con qualcuno, non ha notato o seguìto...

» Continua a leggere...

Scaramuccia

sca-ra-mùc-cia

SignScontro armato breve e di scarsa entità; piccola polemica

probabilmente dal longobardo skirmjan 'schermire'.

Come ci rende palese il suffisso -uccio, che ha alternativamente un valore vezzeggiativo o uno peggiorativo, la scaramuccia non è un evento bellico di primo piano. Lo troviamo definito come scontro armato rapido e di poco rilievo, simile alla schermaglia - per cui si può parlare delle scaramucce che rallentano l'avanzata di un esercito, o di scaramucce di confine, ma anche, in senso attenuato, delle scaramucce fra tifoserie avverse. Questa parola ha anche un importante significato figurato,...

» Continua a leggere...

Scaraventare

sca-ra-ven-tà-re (io sca-ra-vèn-to)

SignScagliare qualcosa con forza

etimo sconosciuto; forse deriva da clava, forse da crepare, passato attraverso i dialetti del settentrione, forse è formato a partire da avventare, o comunque da vento.

Una parola fortissima. Il nocciolo del suo significato è scagliare con grande impeto; purtroppo un'etimologia del tutto incerta non ci permette di caratterizzare meglio questa azione: certo ci richiama all'orecchio la parola 'vento', ed è facile accostarla ad un sinonimo quale 'avventare' (e quindi a una folata improvvisa e irresistibile), ma inoltre è forte di un suono intenso, duro, che evoca quasi l'esplosione di uno sforzo - e che con la sua lunghezza ci suggerisce la distanza e...

» Continua a leggere...

Scaricabarile

sca-ri-ca-ba-rì-le

SignGioco che consiste nello stare schiena a schiena, intrecciare le braccia e sollevarsi a vicenda sul dorso; pratica di chi scarica su altri responsabilità, doveri, incombenze, e chi lo fa

composto di scaricare e barile.

È splendida la malizia con cui i gesti intensi di un gioco di bambini diventano una pratica di palleggiamento delle responsabilità. Ci si mette schiena contro schiena, si mettono le braccia indietro, e nel cavo dei gomiti si prendono i cavi dei gomiti dell'altro, le braccia s'intrecciano e si stringe. A quel punto con sforzo efficace ci si può sollevare a vicenda, uno alza l'altro sul dorso (le gambe che mulinano per aria), e quando ritocca terra l'altro solleva l'uno, e via e via. C'è...

» Continua a leggere...

Scarificare

sca-ri-fi-cà-re (io sca-rì-fi-co)

SignIncidere leggermente la pelle

dal latino: scarifare, a sua volta dal greco: skariphàestai incidere.

Perché incidere leggermente la pelle? Ovviamente può essere necessario per fini medici, dalla cura di infezioni alla rimozione di tatuaggi. Però forse il senso più interessante della scarificazione è quello rituale. In tante pratiche rituali, specialmente fra i popoli africani, è prevista l'incisione della pelle al fine di procurare particolari cicatrici permanenti. Si tratta spesso di riti di passaggio, e le cicatrici così procurate posso avere un valore estetico, religioso, o perfino...

» Continua a leggere...

Scarmigliare

SignSpettinare; come intransitivo pronominale, anche azzuffarsi

da scarminare (probabilmente sovrapposto a 'scompigliare' o 'scapigliare'), che attraverso l'ipotetica voce del latino parlato excarminare viene da carminare 'cardare'.

Come accade con le persone, accade che in una gang di sinonimi una parola che aveva una sua storia antica e precisa si ritrovi a imitare il profilo di un paio di termini particolarmente carismatici del gruppo per appartenervi in maniera più evidente. Grossomodo è ciò che è successo allo 'scarmigliare'. Nel latino parlato a un certo punto doveva essere emerso il verbo excarminare, un derivato di carminare, cioè 'cardare'. «Cardare? Avrei scommesso c'entrasse qualcosa il cantare», e in...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato