Logo Una parola al giorno

Sfoglia per data - pagina 15

Potabile

po-tà-bi-le

SignChe si può bere senza pericolo per la salute

dal latino potare 'bere', di origine indoeuropea.

Abbiamo tutti in mente quella piccola gag: un tizio coi forbicioni da giardiniere tenta di tagliare il getto d'acqua di una fontana, sopraggiunge il compare arguto che gli indica il cartello appeso accanto, «Non vedi? Non è potabile!». Dietro al gioco di parole rimane la domanda che, sul serio, resta da sciogliere: ma il potabile nel senso di bevibile senza pericolo e il potare nel senso di curare le piante tagliando le parti improduttive, fuori sagoma, eccessive, hanno qualcosa a che vedere...

» Continua a leggere...

Riso

SignAzione del ridere; pianta erbacea di origine orientale.

nel primo caso, dal latino risus, 'riso'; nel secondo, dal latino ⃰oryzum, legato al latino oryza, a sua volta dal greco ὄρυζα òryza, a sua volta dal sanscrito व्रीहि vrīhi, ‘riso’.

Integrale, venere, basmati… oggi sono un amante del riso. Da piccolo, però, vittima dell’omonimia, provavo una leggera avversione per questo cereale. Non so perché, ma per anni ho pensato che il detto dicesse che il riso abbonda nella bocca degli stolti, non sulla loro bocca. “Ma io mica sono uno stolto!”, mi dicevo, quindi niente riso per il piccolo me. La riappacificazione c’è stata quando ho capito che non si faceva riferimento al cibo, bensì all’atto della risata. Pensandoci bene, il...

» Continua a leggere...

Cintura

cin-tù-ra

SignStriscia di pelle o di tessuto usata per stringere o sostenere in vita gli abiti, o per scopi decorativi

dal latino cinctura, derivato di cingere.

Il modo di vestire varia radicalmente nello spazio e nel tempo, eppure ci sono alcuni elementi d'abbigliamento che paiono abbastanza costanti. Fra questi c'è senz'altro la cintura, che ingombra i dizionari con una mole di significati e referenti, figurati e no, davvero notevole. Non stupirà nessuno leggere che la cintura è una striscia di pelle o di tessuto che si stringe intorno ai fianchi. Anche se non era l'unico nome che i Romani usavano per descrivere questo accessorio, che poteva...

» Continua a leggere...

Prode

prò-de

SignValoroso, coraggioso; beneficio, interesse

dal latino prodest 'giova', attraverso la locuzione tarda prode est.

Avanti, miei prodi. L'aura che evoca questa parola (ora aggettivo, ora sostantivo), la vediamo subito tinta dei toni dell'eroismo, della cavalleria - che tanto spesso afferiscono alla sfera militare. Racconta le qualità del valoroso, del coraggioso, ma ohibò, forse il valore o il coraggio sono solo in armi? Addirittura rispetto all'intrepido e al coraggioso, che vincono innanzitutto la paura, rispetto al valoroso, che con le sue azioni esprime la consistenza e il rilievo del suo spirito, il...

» Continua a leggere...

Degenere

de-gè-ne-re

SignChe si è allontanato dalla natura o dalle virtù tipiche del suo genere, della sua stirpe

voce dotta recuperata dal latinio degener 'vile, ignobile, degenerato', derivato di degenerare, che è da genus 'genere', con prefisso de- che indica allontanamneto.

Tutto l'arcipelago della degenerazione (il degenerato, il degenerare, il degenere) è frutto di un recupero dotto dal latino. E già nel degener latino c'erano un paio di tratti interessanti: il primo è che, al contrario di quel che si potrebbe immaginare, si tratta di un derivato di degenerare. L'atto genera l'aggettivo. E dell'amplissimo concetto che poteva tratteggiare (letteralmente, l'allontanamento dal genere) già ai tempi era stata selezionata soltanto la porzione dell'ignobile,...

» Continua a leggere...

Sgnack

sgnàck

SignSnack che ha subito processi di schiacciamento e compressione.

etimo incerto, ma sicuramente derivato dalla voce inglese snack ('spuntino; merendina, specie di fabbricazione industriale, da consumare rapidamente') con l'influenza, grazie all'introduzione della lettera 'g', del verbo sgnaccare, tipicamente settentrionale, di origine onomatopeica, che significa 'schiacciare, premere'.

La compressione dello sgnack è dovuta a un processo industriale, volto a produrre merendine di piccole dimensioni, ma di elevata densità. Un classico esempio sono le barrette energetiche destinate agli sportivi che, in pochi centimetri di conglomerato denso e appiccicoso, riescono a contenere centinaia di calorie di pronta utilizzazione. Disgraziatamente lo sgnack, in forza di complessi processi fisico-chimici e metabolici che non stiamo qui ad illustrare, una volta assunto e digerito, si...

» Continua a leggere...

Procinto

pro-cìn-to

SignNella locuzione 'in procinto', descrive imminenza, essere sul punto di

dalla locuzione latina in procinctu 'in assetto di guerra', derivato di cingere col prefisso pro- 'davanti'.

Abbiamo fissato un pranzo domenicale con gli amici in una bella osteria di campagna, li sentiamo per telefono a metà mattina, sono già in procinto di partire. Intanto il cugino è in procinto di laurearsi, lo zio è in procinto di vendere casa perché si vuole trasferire. Quelli che ci evoca il procinto - anzi l'essere in procinto, visto che questa parola esiste solo in questa locuzione - sono atti o fatti imminenti, anche fra i più quotidiani. È lievemente straniante scoprire che il procinto...

» Continua a leggere...

Riconoscenza

ri-co-no-scèn-za

SignSentimento di gratitudine, di apprezzamento per un beneficio ricevuto

derivato di riconoscente, participio presente di riconoscere, che è dal latino recognoscere.

Per riconoscere è necessario prima conoscere, questo è chiaro. Ogni giorno nel nostro daffare ci imbattiamo in centinaia di persone, ma non le riconosciamo poiché non le conosciamo. Figuriamoci, a volte non si riconosce nemmeno chi si conosce: riconoscere è prendere consapevolezza del familiare, di un profilo visto che combacia con uno noto. Su questa dinamica fiorisce la riconoscenza. Possiamo avvicinarla subito alla gratitudine, ma l'essere grati taglia una posizione più emotiva e umile:...

» Continua a leggere...

Nerd

nèrd

SignPersona intelligente, appassionata di computer e tecnologie, talora dall'aspetto goffo, imbranato

voce inglese, di etimologia incerta.

Il nerd è il secchione del nuovo millennio. L’aspetto tipico, chiaramente in un’ottica fortemente stereotipata, è più o meno lo stesso di quello tradizionale: fisico gracile, occhiali spessi e tendenzialmente rotondi, andatura dinoccolata. Anche i tratti caratteriali e della personalità rientrano nella gamma che comunemente contraddistingue lo sgobbone, andando dalle scarse doti sociali, alla timidezza cronica, fino al tipico fare da saputello che lo rende spesso antipatico. Nel nerd, le...

» Continua a leggere...

Ripristinare

ri-pri-sti-nà-re (io ri-prì-sti-no)

SignRiportare alle condizioni originarie, restaurare; reintrodurre

da pristino, col prefisso ri- che indica un movimento contrario.

Per quanto possa sembrare controintuitivo, talvolta per fare una parola comune serve solo una parola estremamente aulica con gli affissi giusti. Quanti di noi hanno usato di recente la parola 'pristino'? Con l'eccezione cristallizzata delle 'riduzioni in pristino' del lessico giuridico, non solo è difficile usare questa parola, ma anche solo imbattervisi. Il suo significato, comunque, è semplice: il precedente, l'anteriore. Si tratta di una voce dotta recuperata dal latino nel XIV secolo, e...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato