Logo Una parola al giorno

Sfoglia per data - pagina 5

Erompere

e-róm-pe-re (io e-róm-po)

SignUscire, venire fuori con violenza; sorgere in modo rapido e violento

voce dotta recuperata dal latino erùmpere, composto di ex 'fuori' e rùmpere 'rompere'.

È un bel gruppetto di parenti: irrompere, prorompere, dirompere, interrompere, corrompere. Ciascuno ha le sue peculiarità di significato, più o meno evidenti; e sono le differenze meno evidenti ad essere le più interessanti. L'erompere, letteralmente, rompe fuori, cioè rompe uscendo o esce rompendo: viene fuori con violenza. Viene recuperato dal latino nel XIV secolo, e se vogliamo cercare un'immagine per questo verbo, abbiamo tutti pronta quella dell'eruzione vulcanica - anche se pure...

» Continua a leggere...

Jolly

giòlli

SignIn alcuni giochi di carte, la matta; figuratamente, chi o cosa, in un certo ambito, è in grado di svolgere diverse funzioni, di ricoprire indifferentemente più ruoli o compiti

Voce inglese, abbreviazione di jolly joker 'allegro buffone'.

Tutti vorremmo avere, nei momenti critici, un jolly in tasca che ci permetta di risolvere una situazione intricata o di trionfare se messi alla prova. Ma che cos’è, esattamente, un jolly? Per noi, lo sappiamo, prima di tutto è quella carta miracolosa a cui si può assegnare qualsiasi valore, e quindi quando giochiamo ce lo teniamo ben stretto fino al momento di sfruttarlo per chiudere la partita e lasciare l’avversario con un palmo di naso. Va da sé che anche nella quotidianità, nello sport o...

» Continua a leggere...

Moscio

mó-scio

SignPrivo di compattezza e consistenza; mancante di temperamento o di energia; fiacco

derivato dal latino musteus propriamente 'simile al mosto' e quindi 'dolce, fresco, novello'.

Il concetto di moscio, nel suo passaggio dal latino all'italiano, si è trasfigurato. Oggi è invariabilmente un aggettivo negativo: dal sedano vecchio ritrovato in fondo al frigo che ci penzola floscio in mano (andrà bene per il brodo), alle braccia deboli con bicipiti cascanti, allo spirito fiacco con cui si affronta la serata, il moscio è spiacevole. Ebbene, si tratta di un termine che ha attraversato senza soluzione di continuità i secoli, mutato lentamente di bocca in bocca, tanto che...

» Continua a leggere...

Supercilioso

su-per-ci-lió-so

SignSdegnoso, sprezzante; severo

voce dotta, recuperata dal latino supercilosus 'arcigno, sussiegoso', da supercilium 'sopracciglio'.

Sopracciglioso. In effetti, anche se 'sopracciglioso' non è una parola che si trova sui dizionari, è di questo che si sta parlando, di un notevole uso di sopracciglio, con tutte le implicazioni di atteggiamento del caso. Insomma, per intenderci potremmo considerare il 'supercilioso' una variante dotta e desueta di un ipotetico 'sopracciglioso'. Infatti è una parola che viene recuperata direttamente dal latino, nel Cinquecento: e già il superciliosus ci raccontava le qualità dell'arcigno e...

» Continua a leggere...

Nonna

nòn-na

SignMadre del genitore; donna anziana

dal latino nonna.

Impossibile dimostrarlo, ma può ben darsi che un film uscito qualche mese fa abbia avuto l’inopinato merito di rianimare, in Francia, la flebile esistenza della parola nonne. Si tratta di The Nun, dimenticabile horror americano che ha per protagonista una monaca indemoniata nella Romania del 1952. Discreto successo al botteghino (con buona pace dei critici superciliosi ), oltralpe il film è stato intitolato, per l’appunto, La nonne. In francese, però, una donna che ha preso i voti è detta...

» Continua a leggere...

Scarpinare

scar-pi-nà-re (io scar-pì-no)

SignCamminare a lungo e con fatica

derivato di scarpa, che è dall'ipotetica voce germanica skarpa 'tasca di pelle'.

Porta un significato ricco di sfumature, ma prima di guardarle da vicino balzano all'occhio alcune curiosità. Il suffisso è strano. Certo 'scarpinare' è un derivato di scarpa (peraltro uno dei termini più antichi attestati in quello che era un italiano ancora tutto da formare: si parla di documenti salernitani precedenti al Mille), ma considerando quel segmento '-inare', composito, sembra che su 'scarpa' si installino contemporaneamente due suffissi - visto che non dovrebbe trattarsi di un...

» Continua a leggere...

Sovvenire

sov-ve-nì-re (io sov-vèn-go)

SignSoccorrere; venire in aiuto; venire in mente, tornare alla memoria

dal latino subvenìre 'accorrere', derivato di venire con il prefisso sub 'sotto'.

Sembra un verbo come tanti, e invece è di importanza capitale: richiede una riflessione su immagini mentali di profondità insolita. Etimologicamente la sua immagine è molto, molto vicina a quella del 'soccorrere', ma ha il pregio d'essere rimasta più versatile. Chi o ciò che giunge (facciamo una considerazione generale) può giungere da direzioni diverse, è ovvio, ma due sono cariche di suggestioni particolarmente evidenti: l'alto e il basso. Portandoci sul nostro caso, il sovvenire...

» Continua a leggere...

Ispido

ì-spi-do

SignDetto di pelo, ruvido, irto; irto di peli ruvidi o di aculei; scontroso, scostante; arduo, difficile da trattare o da capire

dal latino hìspidus, voce di origine sconosciuta.

Quando su un dizionario si legge che dicesi ispido ciò che presenta numerosi elementi rigidi e pungenti, viene un po' da sorridere: com'è astratta questa descrizione, rispetto alla barba ispida di due giorni del babbo o del marito! Eppure è un passo di astrazione necessario, l'unico che ci possa schiudere l'essenza dell'ispido. Ora, il suo recupero dotto dal latino avviene già alle porte del Quattrocento; in questo passaggio perde gli usi figurati che aveva maturato (l'hispidus era anche il...

» Continua a leggere...

Yoga

yò-ga

SignPratica ascetica indiana; sistema filosofico-religioso; pratica fisica composta da esercizi posturali e di respirazione derivanti dalla pratica indiana

dal sanscrito योग yoga, ‘unione’.

Tra i concetti propri del mondo orientale, forse è lo yoga quello che, più di tutti, si è insinuato nel pensiero occidentale. Oggigiorno basta davvero poco: un tappetino, un borsone, tenuta da palestra e si è pronti per presentarsi in uno dei tantissimi centri – sempre più numerosi – che offrono questa disciplina tra i propri corsi. Lo yoga ha, nella cultura indiana, una valenza filosofica e spirituale enorme. Propriamente è l’unione: in latino è lo iugum, in greco lo ζυγόν (zygòn), in...

» Continua a leggere...

Arcaico

ar-cài-co

SignAntico, primitivo

dal greco arkhaikós, derivto di arkhaîos 'antico'.

Una parola che ci parla di un passato remoto, e che però remota non è: si trova attestata in italiano solo dopo l'Unità d'Italia. Sarebbe semplicemente l'ennesimo caso di una parola recuperata per via dotta dal latino (questa magari direttamente dal greco) in tempi recenti, ma c'è una curiosità ulteriore. Se l'arcaico viene registrato nel 1865, il termine 'arcaismo', che descrive la forma linguistica antiquata e la sua imitazione, girava già da due secoli. È un fatto gustosissimo: la parola...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato