Abborracciare

04 Settembre 2017

ab-bor-rac-cià-re (io ab-bor-ràc-cio)

SignFare, mettere insieme qualcosa male e in fretta

forse derivato da borraccia, peggiorativo di borra, che è dal latino burra 'lana grossolana'.

I linguisti non sono del tutto concordi sull'origine di questo vigoroso verbo, ma quella più accreditata fa riferimento alla bórra.

Per borra si intende un insieme di materiali scadenti, cascami, come i residui della cimatura della lana, avanzi di crini e peli d'animali, usati per imbottiture di scarso pregio o per farne feltro: in effetti la borra non è che un riempitivo, e figuratamente roba di poco valore. L'abborracciare sarebbe quindi un mettere insieme borra, anzi peggio, borraccia - azione che si traduce in un eseguire qualcosa in fretta, senza cura e con esiti miserabili. Si vede come l'allestimento dello spettacolo sia un abborracciato tentativo di fastosità, per uno sciagurato calcolo dei tempi ci troviamo ad abborracciare il lavoro da consegnare, e un arredamento abborracciato abbrutisce anche la casa più bella.

La ricostruzione di questa parola tramite la borra calza con la concreta immagine di un riempitivo: è sicuramente un verbo incisivo, tutt'altro che diplomatico, che più dei suoi sinonimi - come raffazzonare o arrangiare - e in maniera più univoca dà la dimensione e il colore di un'esecuzione senza pregio.

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato