Agricoltura

17 Aprile 2016

a-gri-col-tù-ra

SignColtivazione della terra

dal latino agricultura, composto di ager 'campo' e cultura 'coltivazione'.

Nella semplicità seria di questa parola troviamo una chiave di volta culturale, che interessa l'Italia particolarmente da vicino.

Ovviamente l'agricoltura è l'insieme delle tecniche e delle pratiche con cui la specie umana coltiva specie vegetali, ed è il fondamento della sussistenza. Ed è noto e chiaro a tutti che lo sviluppo di questa pratica ha schiuso le possibilità di realtà umane complesse come città e Stati - che sono state per il consorzio umano ciò che la corteccia prefrontale è stata per il nostro cervello.

Ma oggi l'agricoltura - etimologicamente, la 'coltivazione del campo' - ci tocca non solo e non tanto perché è ciò che ci procura il cibo: l'agricoltura presidia un nodo cardinale della nostra identità. In effetti, la storia della nostra agricoltura è un compendio della nostra intera storia, e molto spesso architettura e paesaggio, così noti nel mondo, sono informati al modo che abbiamo avuto di organizzare l'attività agricola. Si pensi alle ordinate cascine padane, o ai poli economici delle ville medicee, ai filari di vite che trapuntano le colline dei Castelli Romani, al giallo ricco delle pianure pugliesi. Senza dimenticare che la cura nell'agricoltura è condizione per la qualità di quella cucina locale da cui così fieramente ci sentiamo rappresentati. E proprio nella dimensione locale la trama si infittisce meravigliosamente, legandosi a dialetti, feste, ricorrenze, spesso vecchie di millenni - quasi che l'agricoltura sia il palco antico su cui si è svolto tutto il resto, o la prima attività politica.

Una domenica ogni due, noi e gli amici di Slow Food tratteremo in parallelo una parola che riguarda la cultura del cibo - e non solo. Leggi qui l'articolo di Slow Food!

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato