Aleggiare

10 Febbraio 2017

a-leg-già-re (io a-lég-gio)

SignMuovere leggermente le ali, volare; spirare, essere vagamente diffuso

derivato di ala, uguale in latino.

In questa parola troviamo concentrata la grazia superba della nostra lingua.

Anche se nell'uso comune il nesso non è percepito immediatamente, si tratta di un piano derivato del termine 'ala'. Difatti i suoi primi significati - più insoliti - sono quelli propri di muovere lievemente le ali, di volare con leggerezza: i gabbiani aleggiano sui moli, aleggiano i colombi intorno alla fontana. La delicatezza di questa azione trova un'estensione di significato davvero brillante: l'aleggiare diventa lo spirare, l'essere diffuso in maniera sottile e vaga - sia in senso concreto, sia in senso figurato.

Così aleggia già nell'aria il primo vento primaverile, e nella serra aleggiano confuse insieme le fragranze di fiori diversi; ma anche (e soprattutto) intorno al casolare abbandonato aleggia un'atmosfera tetra e inquietante, in famiglia, davanti al barattolo vuoto di crema di nocciole, aleggia il sospetto su chi sia l'ingordo che l'ha ripulito, e prima dello spettacolo lungamente atteso in platea aleggia una palpabile trepidazione.

Senza la direzione intenta del volare, senza l'acrobazia dinamica del volteggiare, il fascino della leggerezza di un moto d'ali.

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato