Baciapile

04 Luglio 2014

ba-cia-pì-le

SignChi ostenta una devozione religiosa esagerata e ipocrita

composto di baciare e pila intendendo la pila dell'acquasanta.

Il latino pīla ha principalmente due significati: mortaio e pilastro. Questo ci fa intuire perché nel gergo ecclesiastico si parli di pila intendendo la vasca dell'acquasanta posta su un piedistallo.

Essendo il primo oggetto sacro che il fedele incontra entrando in chiesa, l'acquasantiera (e la pila in particolar modo) diventa il primo saggio della sua devozione: chi davanti alla pila si abbandoni a esagerazioni affettate per ostentare la preparazione al culto liturgico, più probabilmente espone la propria ipocrisia. E così fa il baciapile - nome che ci dipinge un fedele che spinge la propria affezione fino al deliquio del bacio dell'oggetto sacro.

Si sente spesso dire che baciapile sia sinonimo di bigotto; ma mentre questo descrive un atteggiamento morale, si deve notare che quello del baciapile è perlopiù un atteggiamento sociale. Non si bacia l'acquasantiera per rendere omaggio alla divinità, ma per essere notati dagli altri fedeli. Correntemente si parla di baciapile intendendo chi si vesta di un clericalismo spinto, chi assecondi certe posizioni religiose per piaggeria, chi si riveli remissivo nei confronti di autorità ecclesiastiche e via dicendo.

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato