Bacucco

25 Settembre 2014

ba-cùc-co

SignPersona vecchia e rimbecillita

dal nome di Abacùc, profeta biblico.

I nomi della tradizione biblica sono stati una vera miniera di antonomasie: variamente storpiati o trasformati, diventano parole il cui significato prende corpo in un particolare carattere del relativo personaggio. E questa è stata anche la sorte di Abacuc, profeta minore.

Bacucco è una parola spregiativa con cui si intende una persona vecchia, che ha perso il lume della ragione e della sensatezza, di senilità balorda. Ma in realtà nella Bibbia poco si dice su Abacuc - e in particolare non risulta che sia campato quanto i patriarchi millenari, né che con l'età fosse particolarmente rincitrullito; ma nell'iconografia, attraverso i secoli, Abacuc fu spesso raffigurato come un vecchione dalla lunga barba bianca, severo e pensoso come si addice ai profeti. Ora, è facile immaginare come la rappresentazione idealizzata di un vecchio possa essere stata presa e rivoltata in ironia: dopotutto questa parola nasce in tempi in cui la maggior parte dei disegni e delle immagini che potevano essere viste dal popolo erano precipuamente a carattere biblico, e la figura di Abacuc era una materia prima nota e di prontissimo uso.

Questo personaggio è probabilmente anche alla base di espressioni come "vecchio quanto il cucco" - in cui viene sempre recuperato come parametro di inarrivabile vecchiezza. Invece il termine "imbacuccato" cioè infagottato di abiti, pare avere un'origine diversa: il bacucco a cui si riferisce era un cappuccio con cui si copriva anche il volto, probabilmente derivato dall'arabo burqu῾, velo con cui la donna copre il volto per uscire, da cui il famigerato burqa.

Per rispetto all'età veneranda taccio esempi d'uso; ma qualche giorno fa, mentre ero a spasso coi miei cani, un bacucco preda dei suoi fantasmi mi ha minacciato di avvelenarli - e a lui, tale parola, si confà.

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato