Collutorio

  • 17

col-lu-tò-rio

SignSoluzione medicamentosa per l'igiene orale

dal latino collutus, participio passato di colluere 'sciacquare', composta da cum e luere 'lavare'.

Qui va fatta alzare in piedi la vecchia signora Ortografia. Infatti siamo davanti a una parola specifica e interessante, ma che non presenta particolari problemi d'uso se non quelli che concernono il modo in cui è scritta.

Per qualche decennio certe pubblicità dei collutori, soluzioni medicamentose per l'igiene orale, li hanno chiamati 'colluttori', con due 't'. Vuoi per l'influenza di parole come 'colluttazione', vuoi per la seducente lussuria delle doppie, questa forma errata ha preso piede: errata perché ingiustificata davanti al latino collutus, che si accontenta di una sola 't'.

Ciò che stupisce di questo termine è però l'antichità. La suggestione di un liquido benefico che, se usato per sciacqui quotidiani, giova alla salute della bocca, risale alla medicina ippocratica - si parla di almeno ventitré secoli fa. Ed è una suggestione curiosa, perché è da meno di settant'anni che sono stati messi a punto collutori di efficacia scientificamente comprovata. Insomma, le classi agiate dell'antichità romana si sciacquavano la bocca con soluzioni di aceto e allume perché già si sentiva il bisogno di collutori, millenni prima che collutori davvero efficaci fossero inventati.

Parola pubblicata il 14 Aprile 2017

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato