Conveniente

30 Maggio 2012

con-ve-nièn-te

SignVantaggioso; appropriato, opportuno

dal latino: convenire riunirsi, accordarsi, composto di cum- insieme venio venire.

Semplice l'immagine fondamentale: il conveniente è ciò che si avvicina, che si accorda, che si armonizza - due strade che si fondono in una, due fiumi che confluiscono in uno. Così è il conveniente nel senso di adatto, di opportuno: è ciò che perfettamente si unisce alla situazione - e quindi l'abito conveniente per il teatro, elegante, un uno con il tenore del luogo, il comportamento conveniente per una signorina, o per un uomo pubblico, o la puntualità che conviene ad una cena importante.

Per estensione, la convenienza è vantaggio: conviene, cioè, con le proprie esigenze il prezzo basso, il 3X2, la vacanza programmata, farsi vendere la legna dal vicino o farsi sistemare il giardino dall'amico (che per due soldi ci fa certi lavoretti che dovresti vedere).

La sfumatura generale, però, della convenienza, non mi pare delle più luminose. Ha un che di costantemente intrigante, pilotato, figlio di un giudizio interessato o di un'etichetta dappoco, ora affaristico, ora moralistico: insomma, sentirsi dire che ci conviene qualcosa non sembra quasi la minaccia surrettizia di un'autorità?

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato