Grottesco

04 Febbraio 2011

grot-té-sco

SignRidicolo per bizzarrìa o deformità

derivato di grotta, a sua volta dal greco krypte da kryptein nascondere. Identica radice di cripta e del prefisso cripto-/critto-.

Riferito inizialmente alle pitture rupestri e poi a un certo tipo di affreschi decorativi, acquisisce il significato di ridicolo nella Francia del Seicento. Ma non è un ridicolo qualsiasi.

La connotazione trae la sua forza più piena da un ridicolo associato all'inquietudine attonita del deforme, dell'innaturale, della bizzarra stranezza. È una caricatura sinistra, un comico paradossale e assurdo.

Questo la rende una parola immensamente ricca, di potenza descrittiva vivissima, che permette alla semplice e superficiale comicità di colorarsi di sfumature di pensiero e di sentimento elegantissime.

Sarà quindi grottesco il fenomeno da baraccone, la barzelletta sbagliata nel posto sbagliato, il tronista di un qualche squallido programma televisivo.

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato