Logo Una parola al giorno

Inalberare

  • 21

i-nal-be-rà-re (io i-nàl-be-ro)

SignCome transitivo, issare sull'albero della nave, alzare, erigere; come intransitivo pronominale, adirarsi improvvisamente

composto da un in- illativo e da albero.

Questa è una risorsa linguistica da tenere sempre a mente, specie nel significato di 'arrabbiarsi'. Ma andiamo con ordine.

Come transitivo, questo verbo descrive la semplice immagine dell'issare sull'albero di una nave: si inalberano vele, bandiere. Questa azione è essenzialmente un innalzare - e perciò 'inalberare' si astrae dal contesto marinaresco con questo significato generico (pur connotato a un tempo da un certo sforzo e da una certa stabilità): il capitano della squadra inalbera la coppa davanti ai fotografi, nel tagliare la legna lo zio inalbera l'ascia con fare teatrale prima di toppare clamorosamente il colpo.

Questo innalzare ha suggerito un uso particolare (come intransitivo pronominale) in riferimento ai cavalli, che si inalberano quando si sollevano sulle due zampe posteriori. L'altro verbo che descrive quest'azione è 'impennarsi', termine che condivide la stessa origine arborea, richiamando in specie il pino.

Ora, un cavallo inalberato non è proprio l'immagine della tranquillità serena, anzi: ha tutti i colori del turbamento improvviso, e figuratamente della superbia. Così l'inalberarsi passa a significare il montare in rabbia - più orgogliosa che violenta. Si inalbera l'automobilista quando gli si fa notare che ha parcheggiato sulle strisce pedonali, si inalbera il relatore davanti alla critica penetrante e inattesa, si inalbera l'amico che non sa perdere quando lo stracciamo a biliardo.

Nel suo significato di 'arrabbiarsi' è una parola compassata come poche altre: è controllata, ed esprime senza acri sbavature un sentimento altrimenti turbolento, dai contorni agitati. Le parole agiscono sulla realtà: se dico «Mi sono incazzato come una bestia» il mio stesso sentimento è investito dai caratteri violenti di ciò che ho pronunciato. Se dico «Mi sono decisamente inalberato», eccomi sì ancora adirato e orgoglioso, ma padrone e composto.

Parola pubblicata il 28 Settembre 2016

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato