Prolisso

  • 23

pro-lìs-so

SignChe si dilunga nel parlare o nello scrivere

dal latino: prolixus, composto di pro avanti e liquere scorrere. Che scorre avanti.

Questa parola viene usata quasi esclusivamente in riferimento alla lunghezza (e alla noia) di un discorso, scritto o pronunciato: prolisso è un discorso che scorre avanti senza fine, prevedibile e noioso come un fiume senza anse in una pianura. Però in registi elevati il prolisso può anche essere associato ad altri oggetti: in effetti si potrebbe dire prolisso tutto ciò che è lungo, sia fisicamente sia temporalmente - da un cappotto a un dolore. Ma si tratta di usi alti, se non proprio letterari (o quantomeno, ironici). Insomma, fuor di noia il prolisso suona proprio strano.

Ad ogni modo è piacevole che una parola tanto fine ed espressiva goda di un successo così patente: usare questa parola è un modo facile per nobilitare un discorso, che in particolare osservi e giudichi lo svolgersi di una spiegazione o di una narrazione.

Parola pubblicata il 11 Gennaio 2014

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato