Prosseneta

  • 15

pros-se-nè-ta

SignSensale; ruffiano

attraverso il latino: proxeneta intermediario, dal greco: proxenetés, da proxenein ospitare, composto da pro davanti e xenos straniero.

Nell'antica Grecia esisteva l'istituto della prossenìa - che oggi intenderemmo come una specie di ambasciata, di consolato. Esso consisteva nel ruolo di guida e protezione che un illustre cittadino di una certa città ricopriva a vantaggio degli stranieri provenienti da un'altra specifica città da cui era designato, perfino ospitandoli in casa propria; volendo chiarire con un esempio grossolano, i cittadini di Tebe che si recavano ad Atene, per trovare aiuto, si potevano rivolgere ad un certo cittadino ateniese incaricato di questa ospitalità da Tebe. Per i tempi, lo potremmo calcolare come un accordo internazionale sui consolati. Si trattava quindi di un'istituzione di grande importanza, che fungeva da cuscinetto fra realtà diverse - ed è questa immagine di cuscinetto, di intermediario, che ci rimane nel significato di prosseneta.

Spesso il personaggio dell'intermediario è visto come il furbo aggiustatore d'affari, capace di combinare incontri che innanzitutto tornano a proprio pro: così, come accade per sensali e ruffiani, anche il prosseneta si colora facilmente di levantino, di lepido. Ma cercando di far valere l'antico nucleo di questa parola, si può pensare che il prosseneta sia un mezzano che opera in una dimensione più internazionale. Cercando una stanza in affitto in centro si potrà dover trattare col prosseneta di un grande proprietario immobiliare inglese, o tedesco, che quando questo è in viaggio ne accomoda gli appartamenti - e per una piccola cifra fuori contratto te ne può trovare una deliziosa a due passi dal duomo; senza dubbio il prosseneta riuscirà ad assicurarti la presenza di quel celebre artista straniero per l'apertura del festival, ma non sarà facile, e si sa, la qualità costa; magari il prosseneta potrà convincere l'artigiano a vendere a te, turista, il capolavoro a cui è così affezionato, anche se capirai bene, non sei certo l'unico interessato.

Parola pubblicata il 09 Marzo 2013

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato