Logo Una parola al giorno

Range

  • 14

rendg

SignNel linguaggio scientifico e tecnico, raggio d'azione, portata, intervallo di valori di una grandezza. In fisica, estensione del percorso compiuto in una determinata sostanza da una particella.

voce inglese, dal francese antico renge, derivato di reng, renc ‘linea, posto, riga, fila’.

La curiosità che salta all’occhio spulciando tra le definizioni di questo prestito è la sua circoscrizione al campo tecnico e scientifico, presente anche nei dizionari più aggiornati. Se infatti vogliamo spingerci oltre l’altamente specialistico, relativo ai meandri della fisica (senz’altro qualcosa di pienamente significativo solo per non molti eletti), ci ritroviamo comunque a districarci tra particelle, onde e altri elementi non esattamente protagonisti nel linguaggio quotidiano.

Eppure l’impressione è che il range, la cui pronuncia, come accade per numerosissimi termini importati, rimane oscillante (siamo tra il rendg ed il reindg, quest’ultimo più vicino all’originale inglese), si stia diffondendo anche nel lessico più comune, ad indicare un intervallo di tempo, o anche tutta la gamma di possibilità incluse tra i limiti dell’intervallo stesso. I tempi di consegna di un prodotto possono quindi rientrare in un certo range, terminato il quale possiamo lamentarci per il disservizio. Forse ancora più diffusa l’applicazione del termine alle quantità di denaro, in genere quelle che dobbiamo spendere per un certo servizio: il range tariffario per avere il ritiro della nettezza urbana a casa può variare da un minimo ad un massimo stabiliti a seconda di quanta ne produciamo. Oppure ancora, l’età: per il corso gratuito di yoga che si sta promuovendo, i beneficiari possono avere un’età compresa in un range tra i 40 ed i 60 anni.

Insomma, sembrerebbe che col passare del tempo la tendenza sia quella di acquisire altri significati già presenti nel vocabolo inglese, che è ricco di sfumature e accezioni. E le origini non ci sono sconosciute, perché sembrerebbe essere strettamente imparentato con il rango, inteso come fila, riga, soprattutto in campo militare. Insomma, è difficile stabilire un range di possibili variazioni di una parola, perché la lingua non ha quasi mai dei limiti fissi ed è molto brava a rompere i ranghi.

Con Eleonora Mamusa, linguista e lessicografa, a venerdì alterni sviscereremo un nuovo anglicismo.

Parola pubblicata il 01 Marzo 2019

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato