Scocciare

  • 3

scoc-cià-re (io scòc-cio)

SignImportunare, infastidire

Voce romanesca, composto di coccia guscio, chiocciola - dal greco: kochlias chiocciola, conchiglia - e da una s- privativa. Rompere il guscio delle uova.

È una voce assolutamente pacata eppure di grande forza: una scocciatura, uno scocciatore, non mi scocciare. Insomma, un termine buono per il professore in cattedra, per il ragazzino a tavola e per la tavolata di amici all'osteria.

Curioso come invece l'origine sia pesante ed incisiva, come solo il vivacissimo dialetto romanesco sa rendere con ridente leggerezza: infatti, più che al rompere il guscio delle uova, l'espressione si rifarebbe allo scoccià li cojoni - espressione non regale ma potentissima nell'immagine e nella sonorità.

Parola pubblicata il 07 Marzo 2012

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato