Logo Una parola al giorno

Stralunato

  • 28

stra-lu-nà-to

SignIn riferimento agli occhi, sbarrarli e stravolgerli; stravolto, fuori di sé

participio passato di stralunare, derivato di luna col prefisso stra-.

He-he-he. Che con lo stralunato c'entri la luna è chiaro. Ma con quale senso? E quel prefisso 'stra-' che mi significa? Qui una vaga intuizione può essere sostenuta da ipotesi autorevolmente condivise, e per afferrarle si deve guardare l'occhio.

Lo sguardo è concentrato nel foro della pupilla, regolato dal diaframma dell'iride. Ma queste rappresentano una parte minore della superficie del bulbo oculare: non sono che un piccolo cerchio colorato nell'apertura delle palpebre - il resto è il bianco, la sclera. Quando il piccolo cerchio dello sguardo si decentra, e si sposta a destra, a sinistra, in alto, in basso, rende visibile una porzione della sclera che ha la forma definita di una candida mezzaluna. Un malore, uno sforzo, una forte emozione, smuovono lo sguardo in maniera irrequieta, ed espongono facilmente questa mezzaluna: a quest'immagine allude lo stralunato, che non è certo calmo e padrone: se riferito ad occhi e sguardi ce li dipinge sbarrati, stravolti, torti; se riferito a espressioni più complesse diventa lo stravolto, il fuori di sé. Peraltro proprio lo 'stravolto' per la sua mobilità rigirata ci si presenta come aggettivo particolarmente affine allo stralunato: anche perché insieme a un manipolo di altri verbi (a 'stravolgere' e 'stralunare' aggiungiamo 'strabuzzare') mostrano un prefisso 'stra-' che ha un peculiare valore proprio di 'stravolgimento' - per quanto la suggestione dello 'stra-'/'fuori' ci aleggi comunque sopra.

Insomma, l'occhio, centro d'emozione, qui si fa laterale, tutto obliquo, e non è un buon segno. Lo sguardo stralunato dell'autista non ci infonde molta sicurezza; con certe temperature sahariane, quando arrivo in cima alle scale sono stralunato e mi devo buttare a faccia in giù sulle mattonelle fresche del pavimento; il cane teso per la presenza di altri cani si guarda intorno con occhi stralunati; e l'amico che aspettavamo arriva stralunato dicendo "Non puoi immaginare che mi è successo".

Sì ma se l'ipotesi della sclera-mezzaluna non mi ha convinto che ipotesi posso abbracciare? Ce n'è una meno solida, ma a suo modo è un classico: la licantropia.

Parola pubblicata il 15 Luglio 2018

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato