Tacciare

07 Aprile 2016

tac-cià-re (io tàc-cio)

SignIncolpare, imputare

da taccia, che è dal francese antico tache 'macchia, colpa', a sua volta dal gotico taikka 'segno'. Stessa origine di 'tacca'.

'Tacciare' significa incolpare, imputare, o attribuire una cattiva fama o una cattiva qualità. Ad esempio il medico poteva essere tacciato di stregoneria, il film può essere tacciato di razzismo, il commento severo può venir tacciato di moralismo, l'amministratore pubblico può essere tacciato di corruzione.

È una parola forte: a partire dall'immagine incisiva del segno (che oggi vive nella 'tacca'), passa attraverso la macchia per arrivare al vizio e alla colpa; e in italiano, prima di 'tacciare', entra il più desueto 'taccia', che significa nomea, brutta fama (Tizio ha la taccia di ladro, Caio ha la taccia di marpione).

Notiamo che spesso vi è sottesa una sfumatura di calunnia: facilmente, se mi tacciano di qualcosa, mi difenderò comunque come se non fosse vero. Non è una sfumatura intrinsecamente presente in questa parola, ma fra l'attribuire una colpa o un vizio e l'accusare il passo è breve - ed è comunissimo sprezzare le accuse come calunnie.

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato