Matrice

ma-trì-ce

Forma con cui viene modellato un oggetto; utero; parte di modulo che resta all'emittente; tabella di numeri

dal latino: mater madre.

La molteplice varietà dei significati di questa parola prende le mosse dalla versatile e potente immagine della madre - utero, forma del figlio, organismo e ordine generatore, simbolo e segno della generazione.

Parola di immensa grazia e deferenza, che trasmette un grande rispetto, una grande consapevolezza della qualità della matrice.

Esemplificando, è quindi matrice lo stampo in cui versare il metallo fuso per produrre la statuetta del soldatino o del cavallo; è matrice dell'assegno il pezzetto di carta che resta nel libretto dopo che lo si è staccato; in matematica è matrice la tabella numerica chiusa, uterina, che genera risultati nell'incrocio di dati.

Parola pubblicata il 14 Settembre 2011

Commenti