Sfoglia per iniziale: F

Facchino

04 Dicembre 2013

fac-chì-no

SignPortabagagli, uomo di fatica che di mestiere trasporta pesi; cafone

dall'arabo: faqīh teologo, giureconsulto, e poi sovrintendente alle dogane.

Questa parola ci racconta la storia di una crisi economica di molti secoli fa. In antichità, nel mondo arabo islamico, il faqīh era un dotto: dapprima poteva essere un sapiente teologo, un giurista erudito; poi passò ad indicare un funzionario di alto livello che sovrintendeva e dirimeva le questioni doganali. Ma intorno al XIV secolo la grande espansione economica della galassia islamica giunse ad uno stallo, e molti dotti e alti funzionari si ritrovarono senza lavoro. Allora si dovettero...

» Continua a leggere...

Faceto

03 Luglio 2012

fa-cè-to

SignSpiritoso

dal latino: facetus fine, elegante, arguto, piacevole.

Il faceto è un'attribuzione elegante, che capita di rado di dare; il che è un peccato, specie visto il luminoso arsenale di connotazioni tutte estremamente positive. Il taglio che l'ampio concetto latino ha preso nella nostra lingua è riferito a ciò che è piacevolmente spiritoso - un'eleganza tutta volta al gioco brioso, brillante, forte di un'intelligenza piena di gusto: il faceto è fondamentalmente affratellato alla grazia del lepido. Sarà quindi faceto il discorso d'apertura di una...

» Continua a leggere...

Fachiro

14 Dicembre 2013

fa-chì-ro

SignMistico hindu dedito a pratiche ascetiche; derviscio musulmano; chi si esibisce con straordinarie dimostrazioni fisiche, incentrate sulla sopportazione del dolore

dall'arabo: faqīr povero.

Questa è una parola che vive sospesa fra realtà storica e fantasia culturale. In origine il fachiro è l'asceta musulmano che vive in povertà, ma il contatto con la civiltà indiana ha fatto estendere questa parola a significare anche certi asceti hindu che, forti di una ferrea disciplina imposta dalla mente sul corpo, sono (o sarebbero) in grado di compiere esercizi fisici straordinari - dal celeberrimo riposo sul letto di chiodi, alle pirobazie sui carboni ardenti, alla eccezionale ...

» Continua a leggere...

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Facinoroso

01 Settembre 2015

fa-ci-no-ró-so

SignViolento, ribelle

dal latino facinorosus, da facinus 'azione', in particolare 'azione scellerata' - da facere fare.

Questa parola, per quanto nota, ha dei connotati piuttosto specifici che spesso non sono còlti. Dato che è ha un significato molto utile, vediamo di padroneggiarla. In latino, 'facinus' nasce col significato generico di 'azione', in quanto derivato di 'facere'. Ma subito, questo generico 'fare' prende la piega di un fare cattivo, di un'azione criminale. Il facinoroso è quindi il criminale? Grossomodo sì, ma con delle peculiarità. Il facinoroso, infatti, si è attestato nell'uso italiano non...

» Continua a leggere...

Facondo

12 Maggio 2011

fa-cón-do

SignDi eloquio elegante e persuasivo

dal latino: facundus da fari parlare - -cundus è un suffisso proprio degli aggettivi verbali.

È una parola molto bella e positiva: la facondia è in pratica la sintesi di ogni buona virtù dell'oratore - e in generale, di chi parli. Ad una conferenza, il relatore facondo parlerà molto, con eloquio raffinato, elegante, avvincente; durante una cena con la nuova compagna del vecchio amico, lei si dimostrerà piacevolmente sorridente e faconda, di parlantina bella ed educata - sempre a suo agio; al mercato, il venditore facondo attirerà i clienti coi suoi discorsi accoglienti, e li...

» Continua a leggere...

Factotum

15 Maggio 2014

fac-tò-tum

SignChi svolge molte diverse mansioni in un posto di lavoro; uomo di fiducia

voce pseudolatina, formata da fac, imperativo di facere fare, e totum tutto.

Si tratta di una parola forbita e interessante, una costruzione pseudolatina che offre versatili connotati ironici o spregiativi. Infatti il factotum è tanto colui che, in una comunità o sul posto di lavoro, si affanna o insiste per occuparsi di ogni cosa - con esiti variabili -, tanto il maneggione, il mezzano esperto, l'intrallazzatore che agisce come punto di riferimento e uomo di fiducia. In questo secondo senso è una parola comune del lessico giornalistico. L'imprenditore che...

» Continua a leggere...

Fagocitare

03 Maggio 2014

fa-go-ci-tà-re (io fa-gò-ci-to)

SignCompiere la fagocitosi, processo biologico tramite cui una cellula ingloba materiali esterni al fine di digerirli o distruggerli; assorbire

composto dal greco: phagein mangiare e kytos cellula.

Le cellule non hanno bocche per mangiare; per digerire o distruggere particelle esterne, ciò che fanno è estendersi fino a comprenderle all'interno della propria membrana cellulare - un processo chiamato fagocitosi. Questa immagine descritta dalla scienza biologica è molto suggestiva: la cellula, nell'incorporare qualcosa, non stacca a morsi, non schiaccia, non stritola né mastica. Semplicemente, circonda e ingloba. Una volta che la cellula richiude la propria membrana dietro la particella...

» Continua a leggere...

Fagotto

27 Ottobre 2011

fa-gòt-to

SignInvolto; strumento a fiato del gruppo dei legni

dal francese: fagot di etimologia sconosciuta.

L'involto del fagotto ha delle connotazioni di dolcezza altissime - non un anonimo pacchetto o un involucro da scartare: trasmette la cura con cui, per quanto povero, per quanto piccolo, viene composto, il calore del valore che ha, del gesto materno di avvolgere qualcosa in fasce. Per il figlio si prepara un fagotto con il pranzo o la merenda; avuti gli orecchini della defunta prozia, si conservano in un fagottino; prima di uscire di casa, col freddo, ci si infagotta ben bene (da qui anche...

» Continua a leggere...

Faida

20 Maggio 2012

fài-da

SignGuerra privata fra famiglie; in generale, stato di inimicizia perenne

dall'antico tedesco: fehida, da feh nemico.

La faida è una cosa seria, perdiana. Ce la ricordiamo tutti come cifra del medioevo, età di grandi valori e civiltà. Parallela alla giustizia processuale (allora facoltativa), in quella che oggi è la Germania esisteva la possibilità di farsi giustizia da sé usando la forza, laddove un gentleman agreement avesse fallito. La faida era un vero istituto giuridico formalizzato: un'onta, un danno, una vita si risarciscono con altre onte, altri danni e altre vite. Ma la faida era ben più fine...

» Continua a leggere...

Falange

15 Luglio 2011

fa-làn-ge

SignSchieramento di soldati in file compatte; ciascuna delle ossa che compone le dita

dal greco: phalanx falange, di origine indoeuropea.

L'immagine fondamentale è semplice: uno schieramento ordinato e compatto - classicamente, come la terrificante falange macedone irta di lunghe sarisse, o come le falangi delle dita di chi non giuochi maldestramente con la sega circolare. Ma ovviamente si può osare di più. Apri il libro che non sopporti ma devi studiare, e la minacciosa falange di parole scritte in Arial 3 non ti rassicura neanche un po'; durante un pubblico dibattito si va a toccare una questione di valori identitari e la...

» Continua a leggere...

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato