Campione

  • 7

cam-pió-ne

SignAtleta vincente; persona che eccelle sopra ogni altra in qualcosa; assaggio, esempio

dal latino: campus campo di battaglia, attraverso un ipotetico termine francone kampio, per indicare il lottatore che prendeva parte all'ordalia o duellava per terzi.

Nel medioevo il campione era un uomo d'armi che lottava in rappresentanza di qualcun altro: si potevano evitare le battaglie fra eserciti facendo combattere fra loro i singoli campioni dei contrapposti schieramenti (ovviamente, gli uomini migliori) per decidere la vittoria dell'intero scontro; in certe ordalie e nei duelli d'onore l'interessato poteva scegliere qualcuno che duellasse o sostenesse la prova in sua vece, qualcuno certo di provata abilità e cuore chiaro.

Così il campione ci arriva a un tempo come l'uomo migliore di un certo gruppo - il campione di scacchi o di corsa, il paladino di una causa - e il rappresentante, il saggio, l'esempio - il campione omaggio, il campione di tessuto, il campione statistico.

Nonostante l'uso comune si tratta di una parola alta, di nobiltà marziale, rivestita di onori e responsabilità sia materiali che morali.

Parola pubblicata il 28 Ottobre 2012

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato