Donna

  • 15

dòn-na

dal latino: domina signora.

Si tratta di una parola che è una precisa scelta di campo.

Se oltralpe pure si trovano la "femme" francese e la "mujer" spagnola, ci rendiamo subito conto della differenza di questi sostantivi dalla nostra "donna".

La femmina è sì più sensuale, più sessuale, e il femminile è una qualità archetipica, ma nella sua vocazione identitaria è anche più avvilente e piatto; la mogliera dà a un tempo grande dignità e nessuno spazio di libertà - identificando la donna unicamente nel suo ruolo rispetto all'uomo; la "donna" invece ha un'altra dimensione.

Furono gli stilnovisti a proporla e a sondarla, di fatto imponendola nella nascente lingua italiana: in quanto, latinamente, signora, una figura attiva e potente, in una certa misura alta e altra, per certo più nobile, completa e rotonda degli altri suoi sinonimi e affini - piena e sintetica di un ruolo da generativo, a familiare, a ispiratore.

Mi viene in mente la fine del Faust di Goethe, con quell'"eterno femminino che ci tira in alto", che la parola donna bene significa.

Parola pubblicata il 08 Marzo 2012

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato