Aggozzare

ag-goz-zà-re

Strozzare; più in particolare si dice quando si mangia qualcosa che poi non si riesce ad ingoiare, come mettersi in bocca un etto di parmigiano grattugiato: evidentemente aggozza

sicuramente da gozzo, in particolare, però, da un significato decisamente desueto, per cui poteva significare non solo gola ma anche una strozzatura: un cibo che aggozza "fa gozzo".

Parola rara, poco riportata sui dizionari e di etimologia poco osservata, e che eppure appare difficilmente sostituibile con sinonimi esatti. Oltretutto ha il pregio formidabile di una felicissima fonetica, che lo carica di corpo e che trasmette con forza immediata l'idea di un groppo stuccato in gola.

Parola pubblicata il 03 Ottobre 2010

Commenti