Burbanzoso

bur-ban-zó-so

Borioso, arrogante, spocchioso

da un antico bombanza, dall'antico provenzale: bombance, probabilmente di origine espressiva.

Il burbanzoso è sì superbo e arrogante, ma ha senza dubbio una sfumatura simpatica, di uno spavaldo allegro, gioviale e giovanile - e il suono di questa parola è di una forza eccezionale, accattivante, che ci rimanda sorridente all'orecchio qualcosa di gonfio e bombato ma tutto sommato poco serio.

Il vincitore della gara di ballo se ne andrà in giro tutto burbanzoso, guardando gli altri dall'alto in basso - così come il neo-avvocato; alla fine dello spettacolo di successo l'attore protagonista, burbanzoso, susciterà un altro paio di ovazioni tornando alla ribalta da solo; chi con se stesso riesce a raggiungere un piccolo traguardo interiore della quotidianità sarà intimamente burbanzoso - ma da fuori parrà solo allegro.

Parola pubblicata il 02 Giugno 2012

Commenti