Impiastro

im-pià-stro

Medicamento molle per uso esterno; pasticcio; persona fastidiosa; cosa che non funziona

dal greco: emplastron unguento, derivato di plassein modellare, la cui radice aveva il significato di "spalmare".

In tempi passati, per curare le malattie più diverse veniva usata una grande varietà di unguenti e decotti medicamentosi dei più strani e artificiosi; questi venivano applicati e spalmati sulle parti interessate. Ma immaginate la praticità del rimedio, la piacevole pulizia, il gradevolissimo odore. E immaginatene anche l'efficacia medica.

Da questi connotati si estendono i significati ulteriori della parola: una persona sgradevole o impacciata o maldestra è un impiastro; è un impiastro un pasticcio confusionario e quasi schifoso; e anche qualcosa che sia inefficiente o che non funzioni - un'agenda, un'automobile - può essere un impiastro.

Parola pubblicata il 07 Aprile 2011

Commenti