Lenone

le-nó-ne

Protettore, chi favorisce o sfrutta la prostituzione

dal latino: lenire render dolce, mitigare, e figurativamente fare arrendere (le protette, inducendole alla prostituzione). Plausibile che abbia una radice nel greco: lagnos voluttuoso, lascivo.

E' estremamente comune sentir discutere di puttanieri, papponi e magnaccia nei contesti più disparati - specie in quelli in cui simili parole (splendide in altre occasioni) non sono appropriate. Le alternative meno volgari eppure ugualmente puntuali e precise esistono. Ad esempio proprio lenone, parola di gusto latino che è facile trovare in letteratura fin da Plauto.

Le alternative esistono e quindi vanno usate: non è volgare parlare di bassezze; lo è parlarne in maniera volgare - ossia, senza pensiero vivo dietro.

Parola pubblicata il 03 Agosto 2010

Commenti