Merenda

me-rèn-da

Piccolo pasto

dal latino: merenda da meritare, gerundivo di merere meritare, guadagnare.

La merenda non è il pasto dovuto, è un extra rispetto al canonico colazione-pranzo-cena: la merenda te la devi meritare. A metà mattina o a metà pomeriggio, dopo lezione o dopo aver duramente lavorato o studiato, ci si merita qualcosa di buono da mangiare. Questo è ciò che ci spiega il suo nome, in verità svolazzando sopra la realtà di uno spuntino che nella quotidianità ci si concede per gola, per fare pausa o che ci spetta perché si è bambini. In barba alla meritocrazia.

Parola pubblicata il 23 Settembre 2012

Commenti