Pedante

pe-dàn-te

Che ostenta il proprio sapere; eccessivamente meticoloso, pignolo

Forse accostamento di pedante nell'antico senso di pedone, dal latino: pes piede e pedagogo del greco: pais fanciullo e agogos che guida.

L'ipotesi etimologica è piuttosto curiosa: che nasca come una storpiatura del nome 'pedagogo', che anticamente era il maestro dei fanciulli, ad opera dei fanciulli stessi. Così la prima idea del pedante sarebbe quella dell'uomo di cultura gonfio e cerimonioso nonché presuntuoso, che così facilmente ci figuriamo deriso dagli allievi.

Nel senso più corrente il pedante è l'esasperatamente preciso: curatissimo, certo, ma ben oltre il pratico e il simpatico. Un modo d'essere rugginoso che si impone sugli altri con un ottuso, burocratico perfezionismo.

Parola pubblicata il 16 Settembre 2012

Commenti