Pialla

piàl-la

Attrezzo che con una lama spiana o assottiglia il legno

dal latino: plana piana, pialla, attraverso un'ipotetica forma popolare planula.

La pialla è un attrezzo antico, fondamentale per i lavori di falegnameria: consiste di un parallelepipedo di legno in cui è fissata saldamente la lama di uno scalpello di metallo, che sporge sotto la base; muovendo il corpo della pialla sul legno da lavorare, questa ne asporta uno strato di spessore fisso - maggiore o minore a seconda che l'intento sia quello di sgrossare o levigare.

L'immagine di un attrezzo che affina o spiana con forza è molto suggestiva; essendo poi la pialla un attrezzo di successo millenario, è naturale che la sua immagine abbia attecchito bene nella lingua, rimanendo vivida pure in un periodo come il nostro, in cui di pialle se ne vedono poche. Figuratamente si può quindi piallare un articolo per affinarlo ed eliminarne le asperità; per costruire il mostro architettonico verrà piallata un'intera collina - o si rispristinerà la bellezza di un piano piallando il mostro architettonico; e delle critiche non ben strutturate saranno piallate con facilità.

Parola pubblicata il 19 Febbraio 2014

Commenti