Trabalzare

tra-bal-zà-re (io tra-bàl-zo)

Significato Saltare da un punto all’altro; sballottare; sovvertire, passare da un sentimento all’altro o da una situazione all’altra; traballare; trasalire

Etimologia derivato di balzare col prefisso tra- ‘oltre’.

Sbalzare, sobbalzare, rimbalzare... il balzare, nella nostra lingua, con l'aiuto di una selezione di prefissi, ha dato vita a una bella famiglia di verbi fortemente caratterizzati. Certo, alla base c'è sempre il movimento di un salto, ma le immagini e le sensazioni di un essere sbalzato dalla bicicletta, di un sobbalzare al botto di un tuono inatteso, di un rimbalzare di palla sono profondamente distinte.

A questa famiglia possiamo aggiungere il 'trabalzare', sicuramente meno battuto — e proprio il suo essere raro, mai entrato nell'uso comune, lo conserva più sfumato. È il fratello che non è diventato popolare: una parola che si fa capire facilmente anche se non la si è mai incontrata prima, ma oggi rara, usata solo da chi è in cerca di parole particolarmente ricercate — o da chi tenta di afferrare un'espressione poetica più calzante.

Nel trabalzare c'è un movimento rapido, brusco, spaesante e a tratti incerto, che lo avvicina al traballare, allo sballottare, al trasalire, ma che arriva anche a rovesciamenti netti quanto un sovvertire. C'è un saltare qua e là, un trascinamento bordeggiante, rimbalzante — a volte un attraversamento, anche ripetuto.

Trabalza l'acqua del torrente di roccia in roccia, giù, fino a valle; trabalza la nomenklatura col tentativo di un colpo di Stato, subito sostituita da una nuova; la barca a vela trabalza al vento che si leva; sulla strada malmessa l'automobile trabalza — ma senza scomporsi; alla notizia di una scampata ingiustizia si trabalza continuamente fra gioia e rabbia; la rivelazione mi fa trabalzare; e durante una discussione incantevole il giorno trabalza in notte.

Non proietta in una direzione netta come lo sbalzare, non è morbida come il sobbalzare, né geometrica come il rimbalzare: è difficile da trovare e da usare, ma dà al balzare una dimensione suggestiva e complessa.

Parola pubblicata il 21 Febbraio 2021