Indolente

  • 13

in-do-lèn-te

SignApatico; che non duole; insensibile al dolore

dal latino: indolens privo di dolore; composto da in negativo e dolere provare dolore.

L'indolente, originariamente, sarebbe ciò che non provoca dolore, o chi non lo prova - e ancora oggi, in ambito medico, viene usato in questo senso. Ma il significato più comune, adesso, non ha nulla a che vedere col dolore: l'indolente è l'apatico, il fiacco, chi mal sopporta di muoversi. Come è che è avvenuto questo passaggio?

In realtà la risposta è piuttosto intuitiva: dall'insensibile al torpido il passo è breve, e così da chi non prova dolore siamo arrivati all'inerte, e quindi al pigro e all'apatico. Ad ogni modo è bello osservare come questa parola si sia evoluta; da un significato esatto di constatazione di assenza di dolore - che fuor di poesia lasciava poco spazio alla creatività -, è arrivato a contemplarne uno enormemente più ricco di sfumature: un'apatia connotata da insensibilità, inerzia, che per poter disinnescare è sempre bene saper riconoscere e nominare.

Parola pubblicata il 05 Giugno 2013

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato