Creatività

Parole terremotate, parole rinnovate

cre-a-ti-vi-tà

Capacità inventiva

da creare, dal latino: creare.

La creatività, come palesa il suffisso "-ività", denota un'attitudine - in particolare, l'attitudine alla creazione. È una qualità complessa che si declina in molti colori diversi: dall'originalità del pensiero alla capacità di osservare i problemi da punti di vista inusuali, dalla capacità di inventare con fantasia all'organizzare in maniera nuova esperienze e conoscenze. Per come comunemente è usata, sembra una qualità appannaggio di designer e pubblicitari, ma è molto più ampia e comune: è alla base dell'attitudine umana di adattarsi alle circostanze e di adattare le circostanze a sé. Ovviamente è un'attitudine che va esercitata: attraversare la vita senza creare è puro ristagno.

Intuire il modo inedito in cui combinare elementi antichi, chiamare a essere reale ciò che prima non era neppure immaginato, rinnovare lo stupore davanti a una creazione che prende forma davanti ai nostri occhi. Nel post terremoto questa creatività non è un lusso di cui si potrebbe fare a meno, ma diventa una virtù necessaria: per ciò che andrà ricostruito, per le forme del nostro vivere, per la qualità dei nostri pensieri.

Parola pubblicata il 14 Giugno 2013

Parole terremotate, parole rinnovate - con Associazione LaCà

Con l'associazione culturale LaCà, nata dopo il sisma in Emilia, cerchiamo di capire come alcune parole si sono trasformate dopo il terremoto e come si possono rinnovare.

Commenti