Aleatorio

a-le-a-tò-rio

Significato Incerto, che dipende dalla sorte

Etimologia dal latino: alea tiro di dadi, rischio.

È una parola di grande eleganza: l'imprevedibile, il casuale, il rischioso si sintetizzano nell'esito fortuito del lancio di un dado.

E però il successo aleatorio di uno spettacolo è ben diverso dal successo incerto; l'andamento aleatorio delle borse è ben diverso dall'andamento imprevedibile: l'aleatorietà non è un concetto negativo - né in sé esprime valutazioni di rischio. E' il positivo e neutrale svolgersi del caso in una delle sue immagini più semplici, belle e quindi potenti.

Parola pubblicata il 20 Aprile 2011