Amnistia

am-ni-stì-a

Atto che estingue una categoria di reati

dal greco: amnestìa oblio, remissione, composta da a negativo e un derivato di mimnesko ricordo.

Nell'ordinamento giuridico italiano, l'amnistia è un provvedimento generale di clemenza, con cui si estinguono dei reati - e in questo si differenzia dall'indulto, che invece estingue solo la pena. Nato come strumento polivalente a cui ricorrere per ragioni politiche o sociali, per lungo tempo è invece stato il metodo primo per sfoltire la straripante popolazione carceraria. Che pensata.

Istituzioni a parte, l'amnistia resta un oblio esatto, preciso, meno relazionale e più distaccato del regalo del per-dono, che incide sul perdurare della stessa esistenza di un evento, poiché ne recide la memoria.

Parola pubblicata il 28 Giugno 2011

Commenti