Bislacco

bis-làc-co

Strano; privo di razionalità

forse dallo sloveno: bezjak sciocco, italianizzato nelle regioni di confine del nord-est.

È una parola non rara, ma di cui fa comodo precisare il significato.

Il bislacco è innanzitutto lo stravagante, ma il connotato non è positivo; non ha il pregio dell'originale né la forza del bizzarro: il bislacco è lo strano che è irrazionale, sciocco, non sostenuto da pensiero e perciò debole.

Un'idea bislacca non è solo strana, ma anche stupida, e priva di valore pratico; una fantasia bislacca sarà priva di fascino e suggestioni; un'orazione bislacca non avrà nerbo e sarà inconcludente, dei gusti bislacchi saranno certo poco comuni, ma non ponderati, e lontani da ogni finezza.

Parola pubblicata il 14 Dicembre 2012

Commenti