Chiosare

chio-sà-re

Spiegare un passaggio difficile di un testo aggiungendo un'annotazione; per estensione, commentare un testo

dal tardo latino: glosa, a sua volta dal greco glossa che oltre a significare "lingua", ha l'accezione di "parola rara", quindi da spiegare - accezione che è la stessa radice di "glossario".

Durante un discorso complesso è comune dover chiarire un'interpretazione, dover commentare un passaggio logico particolarmente raffinato: lo si può fare con una chiosa. Esiste anche la parola gemella "glossa", col medesimo significato, ma senza dubbio ha una connotazione più aulica e antiquata.

Il chiosare è l'azione meticolosa di chi non fa sbandare il proprio pensiero conducendo argomentazioni a braccio prive di qualunque struttura, aprendo parentesi a casaccio ed omettendo delucidazioni di importanza cardinale o anche che semplicemente raffinerebbero la tesi: chi sa che cosa sta dicendo, chiosa. E il discorso chiosato è il disegno finito fin nei particolari dello sfondo, dei capelli, degli abiti.

Parola pubblicata il 18 Marzo 2011

Commenti