Deplorevole

de-plo-ré-vo-le

Riprovevole, da biasimare

dal latino: composto di de intensivo e ploverare piangere. Questo a sua volta deriva da una radice plu- scorrere, versare - da cui viene anche "piovere".

Osservandone la radice notiamo una connotazione particolare di questa parola: qualcosa di deplorevole -un'azione, una situazione, una - non è soltanto abietto, immondo, da vituperare e maledire. Ha in sé un seme forte di pietà, di compassione, insomma una valutazione sentimentale coinvolta di chi lo indichi - e la cifra ne è il pianto partecipe e forte che ci leggiamo dentro.

Parola pubblicata il 25 Ottobre 2010

Commenti