Vituperare

vi-tu-pe-rà-re

Insultare, infamare, biasimare duramente.

dal latino: vituperare, composto da vitium vizio e parare preparare, stabilire, fare.

Parola adattissima a sostituire, in contesti sostenuti e magari caldi, parole più aggressive e rugginose pur continuando ad esprimere qualcosa di estremamente duro ed incisivo. "Ti sarei molto grato se la smettessi di vituperarmi" (in luogo di "offendermi") "Le tue parole sono un vituperio" (in luogo di "oltraggio").

Parola pubblicata il 15 Giugno 2010

Commenti