Emottoico

e-mot-tò-i-co

Relativo a emottisi, cioè l'emissione di sangue dalla bocca, proveniente dalle vie respiratorie

composto dal greco: haima sangue e ptysis lo sputare.

Parola che parrebbe sgradevole e difficilmente esportabile dal vocabolario medico. Senza dubbio è una parola forte, la cui immagine oggi ci è fortunatamente lontana - debellate o quasi le malattie emottoiche che flagellavano le nostre terre.

Ma ripulendo i connotati di questo termine ci si accorge che può anche significare estensivamente, in parallelo all'immagine, uno scuotimento, una frattura, uno sforzo tali da richiamare in metafora, al parossismo, l'emottisi.

Così potrà essere emottoico uno sforzo fisico al suo apice più esasperato, e non scordiamo "l'emottoico pianto" di un verso di Rino Gaetano, che efficacemente disegna il dolore in singhiozzi a loro volta dolorosi.

Parola pubblicata il 22 Aprile 2011

Commenti