Fronda

frón-da

Frasca, ramo con foglie; rivolta

nel primo significato, dal latino frons; nel secondo, dal francese fronde, col significato di fionda, accostato paretimologicamente al primo significato.

Poco da dire riguardo alla fronda in quanto frasca: in senso stretto la fronda è il ramo ricco di foglie; in senso più lato, e con un colore poetico, diventa l'insieme dei rami della pianta, e la pianta stessa.

Più interessante e raffinato è il secondo significato, quello di rivolta. La sua nascita è collegata a un episodio accaduto in Francia a metà del '600, periodo di aspri scontri fra il Parlamento e il cardinal Mazzarino: Bachaumont, giovane parlamentare, davanti a un intervento scorretto fatto da un notabile a loro avverso (forse il duca d'Orléans), suggerì ai suoi compari di comportarsi così come si comportano i bambini che giocano con la fionda quando arrivano i gendarmi - ossia scappare e tornare a giocare con la fionda appena sono passati. Questa immagine ebbe un gran successo, e determinò il nesso fra fronda e rivolta. Perché ciò che Bachaumont suggerì fu di non aprire subito il conflitto, ma di far crescere in modo più riservato uno spirito di ribellione intenso: l'onda di piena che non dà avvisaglie fa molti danni.

Quindi il partito può dover fare i conti con i frondisti interni; un vento di fronda può portare a cercare posizioni più condivise e accomodanti; e una fronda inattesa può ribaltare la mèta delle vacanze.

Parola pubblicata il 27 Luglio 2014

Commenti