Incetta

in-cèt-ta

Raccolta di qualcosa in gran quantità, specie a fini speculativi

dal verbo incettare, dal latino parlato: inceptare, composto da un in- illativo che sostituisce il prefisso ad di acceptare e re di receptare, e capere prendere.

L'incetta è la raccolta di qualcosa nella massima quantità possibile, facendone scorta. Naturalmente, in ambito commerciale, questo può preludere ad una mossa speculativa - acquistando qualcosa a basso prezzo e aspettando di rivendere quando i prezzi saranno più alti.

L'idea che trasmette è quella di una ricerca piuttosto concitata, un mettere da parte piuttosto affannato - ed è un'immagine che si presta bene al tono ridente e all'ironia. Quindi il grande atleta farà incetta di medaglie, così come preparandosi all'operazione al menisco si farà incetta di fumetti, e a inizio stagione si farà incetta di ciliegie pronti, finalmente, a levarsi la voglia di mangiarne.

Parola pubblicata il 28 Aprile 2013

Commenti