Miscredente

mis-cre-dèn-te

Persona che non crede nelle verità di una fede, infedele; sacrilego, empio

dal francese mescreant, derivato del verbo mescroire, composto dal prefisso negativo mes- e da croire credere.

Ciò che questa parola denota è osservato attraverso gli occhi di chi professa un certo credo religioso: difficilmente la userò in senso assoluto, come potrei usare "ateo" (anche se teoricamente sarebbe possibile). Più probabilmente impiegherò questa parola in una dimensione relativa: è miscredente chi non crede o si mostra sacrilego verso ciò che credo io, o verso il sistema religioso che stiamo considerando. Ciò la rende una parola versatile, il cui significato abbraccia un ventaglio ampio di sfumature, dal semplice infedele fino al sacrilego e all'empio - con una speciale inclinazione verso toni ironici. Si può raccontare quindi di Goffredo di Buglione che va a liberare il Santo Sepolcro dai miscredenti, il miscredente entra nel museo con le infradito, e il silenzio cala sulla tavolata quando un miscredente svela di non aver mai visto un film di Star Wars.

Va notato che il prefisso "mis-" di questa parola (presente a esempio anche in misfatto o misconoscere) non ha a che fare col "mis" con cui cominciano parole come misantropo o misoneista. Nel nostro caso è probabilmente un derivato del latino minus meno; in quelli è invece una contrazione del greco misos odio.

Parola pubblicata il 26 Agosto 2014

Commenti