Prezzolato

prez-zo-là-to

Significato Assoldato, che è stato comprato

Etimologia derivato di prezzo, dal latino: pretium prezzo, valore.

Il prezzolato è chi, per denaro o altro compenso, offre i propri servigi. Un tempo questa parola non aveva un'accezione negativa: qualunque tipo di mercenario o servo si poteva dire prezzolato. Oggi però questa parola è diventata completamente scura, e veicola un giudizio di dura critica: sarà prezzolato il giornalista pagato per dare un taglio conveniente ad un servizio su un uomo potente; sarà prezzolato l'artista che si presta come testimonial per una pubblicità squallida; sarà prezzolato perfino il senatore che orienta il proprio voto secondo i desideri di un committente, il quale lo onora con cifre da sultano.

Il prezzolato è diventato negativo perché si è tirato fuori dalle normali logiche del lavoro retribuito: il prezzolato è diventato l'attributo di chi ha trovato il proprio prezzo per fare qualcosa di meschino.

Parola pubblicata il 13 Marzo 2013