Quintessenza

quin-tes-sèn-za

Caratteristica essenziale; il quinto elemento dopo acqua, aria, terra e fuoco - ossìa l'etere; essenza alchemica ottenuta alla fine di cinque distillazioni

intuitivamente, composto di quinta ed essenza.

Lasciando a parte le disquisizioni circa gli elementi naturali e l'etere (obsolete e non troppo interessanti) è bello concentrarsi sul significato che questa parola assunse in alchimia - anche perché è quello che, estensivamente, è rimasto come significato principale ai nostri tempi.

Dopo un ciclo di cinque distillazioni di un corpo (un fluido, un metallo), cinque successive purificazioni che di volta in volta lo alleggeriscono scartando il più e il peggio, si ottiene l'essenza purissima del corpo originario - da impiegare in alti processi ulteriori.

Così la quintessenza di un libro sarà la sostanza intima e concentrata del suo messaggio; la quintessenza di un sogno sarà la sua proprietà finale e caratteristica - e fondamentale risulta l'impiego ulteriore che di queste quintessenze viene fatto.

Altro significato, avendo presente il purissimo distillato, intende la massima perfezione, il supremo livello di impressione ed espressione di un carattere, di un valore: una persona che è la quintessenza dell'altruismo; una calligrafia che è la quintessenza dell'eleganza; una vita che è la quintessenza dell'entusiasmo.

Parola pubblicata il 28 Maggio 2011

Commenti